a cura di Redazione Automobilismo - 01 dicembre 2018

Viadotti A26: Autostrade spiega il perché dei blocchi ai trasporti eccezionali

Il Gestore ha fatto luce in merito alla situazione dopo l’allarme innescatosi sul web e le lamentele da parte di Spediporto.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5

    L'associazione che riunisce gli spedizionieri, i corrieri e i trasportatori di Genova, meglio conosciuta come Spediporto, ha riportato che Autostrade per l’Italia avrebbe sospeso le autorizzazioni per il transito di trasporti eccezionali sopra le 75 tonnellate sull'autostrada A26. Se fosse vero, un bel problema perché la A26, che da Voltri conduce a Gravellona Toce, è di fatto la sola autostrada utilizzata dai carichi eccezionali da e per il porto di Genova.

    Stop improvviso

    Secondo la stessa associazione, capitanata da Giampaolo Botta, lo stop alle autorizzazioni di transito sarebbe da ricercare nell'avvio necessario di controlli sui numerosi viadotti presenti lungo la A26, indagine presa in carico dalla stessa Autostrade per l’Italia. Lo stesso direttore Botta ha poi affermato che a preoccupare maggiormente sia stata la sospensione avvenuta senza preavviso, bloccando quindi molti operatori che avevano già in mano le autorizzazioni al trasporto, e la non conoscenza allo stato attuale delle cose di quando verranno riattivate le autorizzazioni.

    Normale manutenzione

    Autostrade per l’Italia però non ci è stata di certo a guardare e la risposta del gestore non si è fatta attendere. Si legge nella nota che lo scorso 30 ottobre, è stata emessa una prescrizione di carattere generale che prevede lo stop al rilascio di autorizzazioni ai trasporti eccezionali con massa superiore a 75 tonnellate per la tratta in questione per dare modo ai tecnici di portare a termine in totale sicurezza la verifica strutturale dei viadotti interessati. Nello specifico il completamento dei lavori di manutenzione in corso sul viadotto Pecetti in sola direzione Nord, la cui conclusione è prevista entro il prossimo dicembre.

    Niente allarmismi

    Il Gestore ha poi concluso affermando che agli autotrasportatori in possesso di autorizzazioni già rilasciate prima del 30 ottobre è stata comunicata la nuova limitazione che prevede un’attesa di 2 o 3 giorni per dare modo alla concessionaria di vagliare le verifiche eseguite sui viadotti. A dimostrazione però che la sospensione delle autorizzazioni non debba essere imputata alla mancanza di sicurezza sui viadotti di tale autostrada, il gestore ha poi affermato che vi è comunque la possibilità in via generale con autorizzazione di far transitare sul viadotto Pecetti trasporti eccezionali con massa fino a 108 tonnellate e con velocità limitata a 15 km/h.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime