Trentino: sui passi dolomitici limite a 60 km/h. Troppi gli incidenti!

Introdotti e già in vigore nuovi e più bassi (60 km/h) limiti di velocità sui passi alpini e dolomitici sia per moto che per auto. Una misura necessaria per ridurre il crescente numero di incidenti anche mortali. Ecco le strade interessate.

1/4

Sul alcune strade il limite varrà unicamente per le moto mentre su altre sarà esteso anche a tutti gli altri veicoli. Stiamo parlando dei nuovi limiti di velocità che la Regione a statuto autonomo del Trentino ha deciso di introdurre su alcuni passi alpini e dolomitici, ritenuti particolarmente pericolosi. Una misura resasi necessaria, dicono in Regione, per fermare il crescente e sempre più preoccupante numero di incidenti anche mortali. Già in vigore da qualche giorno, precisamente da sabato 25 luglio, il nuovo limite di 60 km/h che è entrato in vigore nella Provincia autonoma di Trento prende di mira soprattutto i motociclisti ma non risparmia in alcuni casi anche gli altri utenti della strada. Secondo il presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, il nuovo limite è uno dei molteplici strumenti che la sua giunta ha adottato per aumentare la sicurezza sulle strade locali.

Solo moto e scooter

Ma quali sono le strade e i passi interessati e soprattutto dove il nuovo limite vige solo per i motocicli e dove anche per gli altri mezzi a motore? Moto e scooter dovranno prestare attenzione in entrambi i sensi di marcia sulla S.S.42 del Tonale e della Mendola - nel tratto compreso tra la fine del centro abitato di loc. Passo del Tonale fino all’inizio del centro abitato di loc. Fucine – e sulla S.P.31 del Passo Manghen - nel tratto compreso tra l’inizio del passo, fino all’intersezione con la S.P.232 di Fiemme dir Molina.

Anche auto

Qualsiasi mezzo a motore dovrà, invece, prestare attenzione in entrambi i sensi di marcia sulle tratte stradali: S.P.85 del Monte Bondone - dall’innesto con la S.S. 45 bis Gardesana Occidentale fino a fine strada, corrispondente all’intersezione a rotatoria con la S.P.84 di Cavedine e la S.P.251 di Ponte Oliveti - S.P.25 di Garniga - dalla fine del centro abitato di Garniga Terme fino a fine strada in località Viote, corrispondente all’intersezione con la S.P.85 del Monte Bondone - S.P. 3 del Monte Baldo - iniziando poco a monte della fine del centro abitato di Brentonico fino al confine con la provincia di Verona - S.S. 240 di Loppio e della Val di Ledro - tratto della Val D’Ampola, fino all’inizio del centro abitato di Storo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News