a cura di Redazione Automobilismo - 09 gennaio 2020

Toyota GR Yaris: una tre cilindri inarrestabile

Forte di 250 CV e 350 Nm ma di un peso di soli 1200 kg, la nuova “rally car” di Toyota dovrebbe costare tra i 40 e i 50 mila euro.

1/8

La Toyota ha finalmente svelato la GR Yaris, un modello estremamente particolare, nato per celebrare la vittoria nel campionato WRC 2018. Basata sulla Yaris di ultima generazione, la GR Yaris è stata talmente modificata dal reparto corse Gazoo Racing da sembrare un’auto completamente diversa. Un modello particolarmente prestazionale, quasi una macchina da gara che fa in primis a meno delle cinque porte e che poi introduce numerose modifiche che l’hanno resa sempre più aggressiva e presente su strada. Troviamo carreggiate allargate, passaruota enormi, prese d’aria maggiorate, cerchi in lega leggera da 18 pollici, assetto ribassato, estrattore posteriore specifico, impianto frenante maggiorato, avvolgenti sedili ribassati di 6 cm e finiture da vera e propria auto da rally.

A spingerla vi sarà un inedito 3 cilindri turbo da 1.6 litri di cilindrata, capace di erogare la bellezza di 250 CV e 350 Nm di coppia. Un potente propulsore affiancato da un manuale a 6 marce e dalla trazione integrale sulle quattro ruote. Come se non bastasse al posteriore troviamo una sospensione MultiLink, al posto del classico ponte torcente utilizzato dalle “comuni” Toyota Yaris, mentre sia all’anteriore che al posteriore sarà possibile ordinare in optional un differenziale autobloccante Torsen. A chiudere il cerchio troviamo pneumatici Michelin Pilot Sport 4S nella misura di 225/40 ZR18 e un selettore della ripartizione della coppia tra anteriore e posteriore su 3 diverse modalità: Normal, con il 60% alle ruote anteriori; Sport, con il 70% a quelle posteriori; e Track, al 50% e 50% fra i due assi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime