Toyota GR Yaris: il Moose test è il suo pane quotidiano

La piccola “bomba a orologeria” della Casa giapponese sembra essere stata costruita appositamente per divorarsi il temibile Test dell’Alce.

1/5

Temibile e inarrestabile tanto in pista quanto su asfalto e nelle tappe del rally o sui maggiori circuiti sparsi per il mondo, la Toyota GR Yaris ha nuovamente dimostrato tutte le sue abilità dinamiche, tecniche e di guida, bevendosi come se fosse acqua uno dei test che più di ogni altro miete vittime nel settore automotive. Stiamo parlando naturalmente del famosissimo Moose test o test dell’Alce.

Il famoso test, una deviazione ad alta velocità per schivare una minaccia in arrivo e un rientro o riallineamento nella corsia originale, è progettato per testare sia la stabilità che le capacità dinamiche in curve ad alta velocità di un'auto in una situazione di emergenza relativamente comune. Un'auto sicura passerà attraverso il test senza perdere il controllo o ribaltarsi; una macchina affilata passerà indenne il test senza perdere la calma o senza scomporsi. Un’auto, infine, inadeguata fallirà il test, andando in testacoda, investendo l’ostacolo improvviso o uscendo dal tracciato stabilito.

Messa sotto stress dal sito KM77.com, che regolarmente testa auto di ogni tipo attraverso il micidiale test dell’Alce, la piccola al peperoncino della Casa giapponese è stata capace di superare il temibile test alla sbalorditiva velocità di 80,5 km/h. Come se non bastasse è stata pure in grado di farlo mantenendo in totale compostezza il corpo dell’auto senza sbandate evidenti o uscite di traiettoria. La differenza di velocità rispetto ad altre auto (la Toyota GR Supra superò il test alla velocità di 77 km/h) potrebbe non sembrare impressionante, ma la capacità di un'auto come la GR Yaris, basata su un'utilitaria, di rimanere stabile in condizioni così estreme è davvero rara.

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News