Toyota e Honda: l’energia elettrica non è più un problema

Toyota e Honda avviano i test dimostrativi della stazione mobile di produzione di energia per la fornitura di elettricità in situazioni di emergenza.

1/8

Toyota Motor Corporation e Honda R&D Co. Ltd., hanno realizzato un sistema mobile di produzione e fornitura di energia, denominato Moving e, composto da un autobus a celle a combustibile che può trasportare una grande quantità di idrogeno, e da dispositivi di produzione di energia e batterie portatili. Il test avrà il compito di dimostrare la capacità di fornire energia elettrica ovunque e in qualsiasi momento. Toyota e Honda hanno creato questo sistema con l’obiettivo di affrontare il problema legato all’interruzione di elettricità nelle zone colpite da eventi naturali (come tifoni o forti temporali). Grazie al fatto di essere mobile, la stazione di ricarica Moving e potrà essere utilizzata sia in situazioni di emergenza che in situazioni di normalità, come per esempio per la fornitura di energia durante un evento (sistema Phase-Free). Attraverso i test dimostrativi le due aziende potranno confermare l’efficacia del sistema in base alle reali necessità.

Il sistema Moving e sarà costituito da: una stazione di ricarica a celle combustili Toyota; un dispositivo portatile di energia: Honda Power Exporter 9000; due tipi di batterie portatili Honda: LiB-AID E500 e Honda Mobile Power Pack (MPP); un caricatore di batteria: Honda Mobile Power Pack Charge & Supply Concept. La stazione di ricarica Moving e, equipaggiata con tutte le attrezzature elencate, verrà trasferita per fornire elettricità nel luogo richiesto. Più specificamente, i dispositivi e le batterie portatili saranno impiegati per estrarre l'elettricità dall’autobus a celle a combustibili, che fungerà da fonte di alimentazione e per trasmetterla agli apparecchi elettrici.

Sviluppato sulla base della precedente versione di autobus Toyota a celle a combustibile, la stazione di ricarica è dotata di due serbatoi ad idrogeno ad alta pressione: questo aumenta significativamente la quantità di idrogeno trasportabile, consentendo così alla stazione di ricarica di aumentare la produzione e la capacità di generare potenza (genera infatti 454kWh con una potenza massima di 18kW). In caso di interruzione di corrente elettrica a seguito di una calamità naturale, questa grande capacità generata consente al Moving e di fornire elettricità in luoghi chiusi (es. un centro di evacuazione) così come all'interno dei veicoli, immagazzinando in batterie portatili di grande capacità (ovvero l’Honda Mobile Power Packs e il Lib-AID E500) l'elettricità generata dalla stazione tramite il Power Exporter 9000.

Inoltre, la stazione di ricarica può essere impiegata non solo come vettore energetico ma anche come luogo “sicuro” per le persone nelle situazioni di emergenza. Toyota e Honda verificheranno l'efficacia e la tenuta della stazione Moving e attraverso diversi test e anche grazie alla collaborazione di Comuni e Aziende nella fase di sperimentazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News