a cura di Redazione Automobilismo - 05 aprile 2019

Toyota: 24.000 brevetti per l’auto elettrificata disponibili a tutti

Il know-how della Casa giapponese sarà disponibile gratuitamente fino al 2030 così da favorire la diffusione di vetture ibride e fuel cell a idrogeno.
1/9

L'auto elettrica diventerà “open source”. Questa è l'idea di Toyota che ha pensato bene di rendere aperte, gratuite e disponibili a tutti pubblicamente le sue tecnologie e il suo know-how in materia di auto elettrificate così da favorire la diffusione di vetture ibride e fuel cell a idrogeno. Il Costruttore giapponese metterà quindi a disposizione 23.740 brevetti accumulati in oltre 20 anni di ricerche sui motori ibridi, ibridi con batterie ricaricabili (plug-in) ed elettrici a celle di combustibile. Questi brevetti potranno essere utilizzati gratuitamente da tutti le altre Case automobilistiche, che ne vorranno fare uso, così da incentivare lo sviluppo di motori a basso o zero impatto ambientale e aiutare governi e produttori auto a raggiungere gli obiettivi legati al cambiamento climatico, riducendo le emissioni di CO2.

Cascata di nozioni, brevetti e conoscenze

Nello specifico i quasi 24.000 brevetti riguarderanno: 7.550 brevetti per i sistemi di controllo, 2.590 brevetti per i motori elettrici, 2.200 brevetti per la ricarica, 2.020 brevetti per le centraline di controllo, 1.320 brevetti per il gruppo motore cambio e 2.380 brevetti per le celle di combustibile, oltre ai 5.680 brevetti fuel cell relativi alla progettazione di auto a idrogeno come la Mirai, che la Toyota aveva già offerto nel 2015. Come se non bastasse, nell’ambito di questo programma che terminerà nel 2030, Toyota offrirà il proprio supporto tecnico su motori elettrici, batterie, centraline di controllo e altri sistemi di elettrificazione dell’auto a tutti i costruttori che ne faranno richiesta. In questo caso però sarà previsto il pagamento di una commissione che deve ancora essere stabilito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News