a cura di Redazione Automobilismo - 05 settembre 2019

Tesla Supercharger: colonnine spinte fino a 150 kW

D’ora in avanti in Europa tutte le postazioni di ricarica permetteranno di fare il pieno alla vostra Tesla in ancora minor tempo.

1/8

Questione di potenza

Dopo aver reintrodotto la ricarica gratis alle colonnine Tesla Supercharger per tutti i nuovi clienti, il Brand californiano ha finalmente deciso di spingere le proprie colonnine per la ricarica rapida alla bellezza di 150 kW anche all’interno del Vecchio Continente. Grazie al passaggio dai precedenti 120 kW agli attuali 150 kW tutti i clienti, anche italiani, di Tesla Model 3 Longe Range e Performance e delle più recenti Model S e Model X potranno finalmente vedere la propria auto ricaricata in un tempo ancora minore rispetto a prima.

Semplice aggiornamento

Per questo incremento di potenza, che rappresenta il passaggio dalle colonnine V1 alle colonnine V2, è stato necessario per Tesla semplicemente un aggiornamento software che il costruttore “green” sta pian piano rilasciando anche in Europa. Per il passaggio, invece, alle colonnine di tipologia V3, cioè quelle che garantiranno una potenza di ricarica di ben 250 kW, si dovranno fisicamente sostituire le postazioni di ricarica e per questo all’interno del Vecchio Continente si dovrà attendere almeno fino alla fine del 2019 per iniziare a vederne qualcuna.

La temperatura è importante

Come se non bastasse Tesla ha finalmente rilasciato via OTA anche l’aggiornamento che introduce la funzione On-Route Battery Warmup”. Tale nuova feature permette alla Tesla di ottimizzare la temperatura della batteria prima della carica cioè di riscaldarla in modo intelligente così da ridurre fino al 25% il tempo di ricarica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News