Tesla: problemi per 63.000 Model S

La NHTSA avrebbe messo sotto indagine le elettriche di Palo Alto a causa delle numerose denunce di reclamo per il malfunzionamento del touchscreen.

1/6

Dopo i continui problemi con il sistema di guida autonoma Autopilot ecco arrivare per la Casa californiana una nuova magagna, questa volta direttamente segnalato dai reclami dei diretti clienti. Le numerose denuncie di reclamo per il malfunzionamento del touchscreen, che smetterebbe di funzionare, avrebbero spinto la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ad aprire una indagine su oltre 63.000 esemplari della berlina californiana a batteria. A segnalarcelo è stato nientemeno che Reuters che avrebbe riportato come l’intervento della NHTSA si qualificherebbe per ora solamente come una valutazione preliminare. Stando alle prime verifiche all’interno degli oltre 63.000 modelli di Model S interessati vi sarebbero solamente auto prodotte e commercializzate tra il 2012 e il 2015, tutto con la stessa problematica.

Per ora dalla Casa di Palo Alto non sono arrivate ne conferme, ne smentite ne tantomeno commenti ma solamente una precisazione che riguarda la non mancanza di sicurezza per conducente e passeggero nel caso in cui questo difetto dovesse verificarsi. Una magagna però che Tesla dovrà verificare per accertarsi che non affligga anche altri modelli o altre annate dello stesso modello. Leggendo però con attenzione le denuncie sembra proprio che il difetto al touchscreen coinvolga anche la capacità di ricarica, rendendola fisicamente impossibile, e l’invio al conducente di messaggi di pericolo o di errore, pregiudicando quindi anche la sicurezza dello stesso e degli occupanti. Vi sarebbe però anche chi lamenterebbe problematiche al sistema di guida autonoma o ad altri sistemi elettronici presenti a bordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News