Tesla potrebbe non realizzare mai un'auto a guida autonoma

A dirlo è stato il capo di Waymo che ha sottolineato come la Casa di Palo Alto stia seguendo una strada sbagliata per la realizzazione di un veicolo a guida completamente autonoma.

1/8

A parte i veicoli completamente elettrici, la corsa verso veicoli a guida completamente autonoma è l'altra grande corsa del settore. Attualmente, i veicoli di produzione con un certo grado di autonomia sono classificati al livello 2, incluso l’Autopilot di Tesla. Mentre Tesla prosegue lo sviluppo del suo sistema di guida autonoma, anche Waymo sta facendo progressi significativi. Tuttavia, sta adottando un approccio molto più cauto rispetto al suo principale rivale. All'inizio di questo mese, Waymo ha annunciato che non utilizzerà più il termine "auto a guida autonoma" a favore di un "linguaggio più cauto" nelle sue campagne di marketing e promozionali. Molti lo hanno visto come un colpo a Tesla, che ha dovuto affrontare il giudizio sul fatto che il nome "Autopilot" sia fuorviante a seguito di diversi incidenti.

Ora però è il CEO di Waymo John Krafcik che in un’intervista ha affermato come Tesla "non sia affatto un concorrente" sui veicoli autonomi. "Tesla è una casa automobilistica che sta sviluppando un ottimo sistema di assistenza alla guida ma noi produciamo un sistema di guida autonoma completamente diverso". Il CEO di Tesla Elon Musk, infatti, vuole migliorare l'Autopilot fino a quando non potrà funzionare senza l'intervento umano. Krafcik non pensa che questo approccio sia realistico. Waymo non costruisce i propri veicoli, ma piuttosto aggiunge il proprio software e hardware a una flotta di Chrysler. In alcune parti degli Stati Uniti, come Phoenix, in Arizona, non è raro vedere una Chrysler modificata da Waymo per le strade della città che raccoglie passeggeri.

"È un'idea sbagliata che si possa continuare a sviluppare un sistema di assistenza alla guida fino a quando un giorno non si può magicamente passare a un sistema di guida completamente autonomo", ha detto Krafcik. "In termini di robustezza e precisione, ad esempio, i nostri sensori sono ordini di grandezza migliori di quelli che vediamo utilizzati da altri produttori". Waymo ha completato la maggior parte del lavoro tecnico sul suo software di guida autonoma e ora si sta concentrando su come ridimensionare quella tecnologia. Forse la più grande differenza tra Waymo e l'approccio di Tesla alla guida completamente autonoma è che quest'ultimo non utilizza i sensori Lidar. Krafcik è fermamente convinto che questi sensori siano un must, ma Tesla afferma che questo approccio è troppo costoso. Invece, vuole che l'intelligenza artificiale insegni ai computer a "vedere" il mondo. Una sorta di reverse engineering della visione umana. Sapremo presto quale compagnia ha ragione.

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News