Tesla Model Y: al banco l'autonomia supera i 700 km

La versione Performance AWD della crossover a batteria è stata omologata negli Usa con un’autonomia chilometrica massima (al banco prova naturalmente) davvero niente male.

1/8

Notizie positive per la Tesla Model Y che ancora prima di arrivare sul mercato sta già facendo parlare bene di se. Stando alle ultime indiscrezioni giunteci in redazione, infatti, la Model Y avrebbe ricevuto negli Stati Uniti la certificazione Carb (California Air Resource Board), che indica il livello di efficienza della vettura, per poter essere omologata e messa su strada. Secondo quanto rilevato nei laboratori dell’ente di omologazione, la nuova Tesla sarebbe stata omologata al banco prova per un’ autonomia chilometrica massima di ben 711 chilometri nel ciclo urbano (Urban dynamometer driving schedule). Un dato, sicuramente non replicabile su strada, ma comunque non male e pochissimo distante da quello fatto segnare dalla Model 3 nonostante la carrozzeria più grande, la maggiore massa totale e il superiore impatto aerodinamico. Vi basti pensare che la stessa Tesla dichiara per la Model Y un’autonomia massima di circa 540 chilometri (secondo gli standard del ciclo WLTP), distanza che scenderà ulteriormente anche se non di molto nel reale utilizzo in strada. Già ordinabile in Italia, la Tesla Model Y è proposta in tre versioni (Long Range, Dual Motor e Performance) ad un prezzo base di 57.980 euro. Se le cose dovessero andare come per la Model 3, nel giro di circa un mese il modello potrebbe arrivare in vendita. Per la berlina più piccola, infatti, le prime consegne cominciarono circa un mese dopo l'ottenimento del certificato Carb.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News