a cura di Redazione Automobilismo - 08 luglio 2019

Tesla Model S P100D: a libretto dichiara "SOLO" 158 kW di potenza

Un dato sicuramente particolare che renderà felici tutti i possessori di questa prestazionale berlina, consentendo loro di non dover pagare il superbollo auto neanche terminati i primi 5 anni di esenzione, previsti per Legge.

1/12

Vi siete mai chiesti come viene calcolata la potenza omologata a libretto delle auto elettriche? Siete sicuri che alla voce “P.2” del libretto di circolazione trovate la reale potenza del motore o dei motori elettrici come avviene per le comuni automobili con motore termico? O questo valore è inspiegabilmente diverso? Sicuramente tutti voi conoscerete la Tesla Model S P100D. Si tratta della berlina con prestazioni da supercar della Casa californiana. Sotto pelle giacciono ben 2 motori elettrici, per una potenza massima totale (nella sua versione più performante) di 613 CV (451 kW) e 1074 Nm di coppia massima totale, una batteria da 100 kWh, per un’autonomia massima dichiarata nel ciclo medio (NEDC) di circa 613 km, e una trazione integrale garantita dai due motori elettrici. Prestazioni in grado di far archiviare la pratica dello 0-100 km/h in soli 2,7 secondi e di farle raggiungere una velocità massima (limitata elettronicamente) di 250 km/h.

1 di 3

Bene, sarete particolarmente sorpresi dallo scoprire come quest’auto elettrica sul libretto di circolazione alla voce “P.2” riporta un dato di 158 kW !!! Solo 158 kW di potenza massima, un valore pressoché ridicolo rispetto alla reale potenza massima dichiarata dal costruttore. Come mai, vi starete chiedendo voi? Semplice, perché sulle auto elettriche il valore di potenza omologato a libretto e/o indicato sulla carta di circolazione non è quello del motore elettrico bensì la «potenza massima nei 30 minuti», cioè la potenza massima che il motore è in grado di esprimere e mantenere per almeno 30 minuti grazie anche alla tipologia di pacco batteria adottato. Un valore che con tutte le approssimazioni del caso può essere facilmente calcolato prendendo la potenza massima del motore elettrico e dividendolo per 4 così da ottenere il valore di potenza omologato a libretto.

E cosa cambia, vi starete chiedendo voi? Semplice che con questo particolare “stratagemma”, se mai vi dovessero essere delle tasse o delle imposte basate sulla potenza della vettura a batteria, allora queste dovranno essere pagate su questo dato tecnico nettamente inferiore rispetto alla reale potenza veicolo. Adottando questa strategia, molte vetture sportive o supersportive potrebbero non dover pagare il superbollo anche in futuro cioè quando anche le agevolazioni per le auto elettriche dovessero finire. Allo stato attuale, infatti, le auto elettriche sono esentate dal pagamento della tassa automobilistica per i primi cinque anni, esenzione che però può essere modificata dalle Regioni le quali possono eliminarla oppure estenderla come è successo in Lombardia e Piemonte dove questa esenzione almeno per ora è stata resa permanente per tutte le macchine elettriche.

Tesla Model S

Discorso simile per il superbollo perché la Legge dice che se il veicolo è esentato dal pagamento della tassa automobilistica (bollo auto) allora questo non sarà soggetto nemmeno alla addizionale erariale (superbollo). Quindi, dato che nella maggior parte delle Regioni per le auto elettriche vi è una esenzione al pagamento del bollo per i primi cinque anni allora queste auto a batteria non saranno soggette nemmeno al pagamento del superbollo per lo stesso periodo di tempo. Passati i cinque anni, l’addizionale erariale dovrà essere pagata dagli automobilisti di supercar e sportive elettriche (con potenza maggiore di 185 kW) anche in quelle Regioni come Piemonte e Lombardia in cui vi è una esenzione permanente per la tassa automobilistica (bollo). Con però una piccola precisazione da parte dell’Agenzia delle Entrate che, pur essendo obbligatorio il pagamento del superbollo, questo sarà espresso in una forma ridotta o agevolata pari a 12 Euro per ogni kW eccedente dai 185.

Superbollo però che non sarà appannaggio della Tesla Model S P100D perché, come abbiamo visto poco fa, a libretto riporta una potenza massima di 158 kW, quindi inferiori ai 185 kW imposti per Legge, con buona pace per tutti i fortunati possessori di questa prestazionale berlina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News