a cura di Redazione Automobilismo - 06 agosto 2019

Tesla: class action per pubblicità ingannevole

Autorità e consumatori riterrebbero Tesla colpevole di rilasciare un manuale d’uso dell’Autopilot poco chiaro.

1/9

Sebbene Tesla abbiamo almeno per il momento uno dei sistemi di guida semi-autonoma più avanzati sul mercato, questo non significa che questo sistema sia privo di criticità, di errori o di imperfezioni ancora da risolvere. Ne sono una conferma i numerosi incidenti che si sono susseguiti tanto in fase di test quanto nell’utilizzo quotidiano dove alcuni proprietari e conducenti di queste Tesla hanno purtroppo persino perso la vita. Fatalità da un lato causate dalla eccessiva disattenzione e fiducia verso la vettura da parte dei conducenti e dall’altro generate da errori di valutazione o di calcolo dello stesso sistema di guida semi-autonoma di proprietà di Tesla.

Pubblicità ingannevole?

Il problema maggiore non sembrerebbe però essere almeno per ora il funzionamento impeccabile o meno di questo sistema. Dopotutto si sa benissimo che i livelli di guida autonoma sono 5 e che nemmeno Tesla ha ancora raggiunto questo livello. Quindi è indiscutibile che questa vettura non sia ancora in grado di gestire in totale autonomia le infinite situazioni che le si possono parare davanti nella guida reale di tutti i giorni. E’ per questo sicuramente da incoscienti fidarsi ciecamente di questo sistema, ripetiamo di guida semi-autonoma, o anche solo pensare che questo sistema sia totalmente infallibile.

Troppa fiducia nel sistema

Detto questo però sembra proprio che a far credere che la propria auto sia capace di fare determinate cose sia nientemeno che la stessa Tesla. Questo è almeno quanto ritengono le autorità e alcuni consumatori che avrebbero deciso di intraprendere una sorta di class action nei confronti di Tesla, ritenendola colpevole da un lato di pubblicizzare il proprio sistema Autopilot come un sistema di self driving vero e proprio e dall’altro lato di rilasciare un manuale d’uso dell’Autopilot poco chiaro che fa credere che questo sistema consenta una vera e propria guida senza mani.

Conducenti non ben informati

Stando, infatti, a una indagine oltre la metà degli intervistati sarebbe convinto che una volta attivato il Tesla Autopilot sia in grado di condurre in totale autonomia la vettura. Purtroppo per loro però la situazione non è proprio così come loro la immaginano. Questa convizione sembrerebbe dettata da una cattiva campagna pubblicitaria e di informazione, effettuata da Tesla nei confronti delle proprie vetture e del proprio sistema di guida semi-automatica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News