a cura di Redazione Automobilismo - 30 gennaio 2020

Suzuki Jimny: le emissioni ne sospendono la commercializzazione

Nel Vecchio Continente la Casa giapponese è stata costretta a bloccare le vendite per colpa delle nuove regole sulle emissioni di CO2 che entrano in vigore nel 2020.

1/5

Volete acquistare la nuova Suzuki Jimny? Purtroppo per tutto il 2020 non è più possibile. La motivazione però non è, come si potrebbe pensare, una eccessiva richiesta e una non eguale produzione industriale ma purtroppo una problematica molto più grave e importante. Stando, infatti, a quanto confermato dalla stessa Casa giapponese, la piccola fuoristrada non potrà più essere venduta in Italia e nel Vecchio Continente per tutto il 2020. A causare questo stop alle vendite sono purtroppo le nuove regole sulle emissioni di CO2, che entrano in vigore nel 2020 e impongono ai costruttori 95 g/km calcolati sulla media di tutti i modelli effettivamente venduti durante l’anno. La piccola fuoristrada ha emissioni di CO2 piuttosto elevate (da 154 a 170 g/km) e la Casa giapponese non può permettersi di far impennare troppo la media della propria gamma. Una situazione che potrebbe facilmente accadere visto il grande successo che la nuova Suzuki Jimny sta riscuotendo nel nostro Paese e nel resto d'Europa. Scendendo nel dettaglio, se un costruttore dovesse sforare il limite imposto dall’Unione Europea, si troverebbe a dover pagare multe salatissime, pari a 95 euro per ogni grammo di CO2 oltre il limite, moltiplicato per il numero di auto vendute nei mercati europei nel 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News