a cura di Redazione Automobilismo - 30 ottobre 2019

Subaru Wrx Sti: dite addio al propulsore EJ20

Prodotta in soli 555 esemplari per il solo mercato giapponese, la speciale versione Final Edition chiuderà un capitolo motoristico molto importante.

1/9

La Casa delle Pleiadi, lanciando la speciale versione EJ20 Final Edition della Subaru Wrx Sti, ha decretato la fine del motore EJ20, il propulsore boxer turbocompresso da 2,0 litri che dal 1989 a oggi ha fatto palpitare il cuore di numerosi appassionati. La famiglia di propulsori EJ ha visto, infatti, in 30 anni numerosi varianti tanto aspirate quanto turbocompresse. Tra queste ne ha fatto parte anche la EJ20, l’ultima in ordine di tempo, che, con la sua cubatura da 2,0 litri e il suo frazionamento da 4 cilindri boxer a cui è stata aggiunta la sovralimentazione tramite turbocompressore, da qualche anno equipaggia i cofani motore delle versioni sportive della Legacy e della Impreza.

Quest’ultima versione speciale, caratterizzata da un propulsore capace di ben 308 CV e 422 Nm, un cambio manuale a 6 rapporti, e la ben nota trazione integrale, sarà quindi il canto del cigno per questa tipologia di propulsore, infrangendo i cuori di moltissimi appassionati. Già acquistabile al prezzo di circa 34.000 euro al cambio attuale, tasse escluse, la Final Edition propone un allestimento molto simile alla versione STI Type S con verniciatura blu, cerchi BBS in tinta oro, impianto frenante Brembo con pinze anteriori a sei pistoncini, sedili sportivi Recaro e finiture Cherry Red per i paraurti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News