a cura di Redazione Automobilismo - 05 agosto 2019

Smartphone alla guida: potrebbe scattare il ritiro immediato della patente

Con il nuovo Codice della Strada la sospensione della licenza di guida scatterà fin dalla prima infrazione e avrà una durata minima di una settimana.

1/8

Secondo le ultime informazioni giunteci in redazione, all’interno del nuovo Codice della Strada, che dovrebbe entrare in vigore al massimo il prossimo autunno, vi saranno novità molto importanti dal punto di vista della sicurezza soprattutto per tutti coloro i quali sono soliti utilizzare il proprio smartphone mentre sono alla guida. Allo stato attuale delle cose, infatti, se si viene colti a utilizzare un apparecchio radiotelefonico mentre si è alla guida si rischia una sanzione pecuniaria di 165 euro più una sanzione accessoria che corrisponde al taglio di 5 punti dalla patente. Se si viene poi colti per la seconda volta (recidiva) all’interno dello stesso biennio allora scatta anche la sospensione della patente da uno a tre mesi.

Non si scherza più

Con la nuova legge, invece, se a rimanere immutate saranno la multa pecuniaria e la sanzione accessoria, a cambiare sarà l’entrata in vigore della sospensione della patente che avrà effetto fin dalla prima infrazione. Se si verrà colti in flagranza di reato quindi si verrà immediatamente primati della propria patente per un periodo di almeno una settimana ma che potrà essere estesa a un tempo maggiore in caso di guida con smartphone in mano in situazioni particolarmente pericolose. Naturalmente non mancherà la sospensione da uno a tre mesi in caso di doppia infrazione all’interno dello stesso biennio (recidiva).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News