a cura di Redazione Automobilismo - 23 ottobre 2019

Sicurezza: benvenuto spartitraffico Ndba

Uno spartitraffico davvero indistruttibile sarebbe in fase di sviluppo da parte dell’Anas.

1/5

Denominato National Dynamic Barrier Anas (NDBA), è il nuovo spartitraffico super resistente che l’Anas l'ente nazionale per le strade, starebbe sviluppando per inserirlo all’interno delle nostre strade così da accentuarne la sicurezza. Queste nuove barriere di calcestruzzo sono state messe a punto dagli ingegneri della società che si occupa della manutenzione della rete stradale italiana e sono in grado di sopportare, secondo la stessa Anas, fino a due impatti di autoarticolati senza deformarsi e invadere la corsia opposta.

Per dimostrarlo la società italiana ha appena condotto con successo dei test di collaudo nei al Centro di Certificazione e Analisi comportamentale Csi di Bollate, in provincia di Milano. Nello specifico è stato lanciato per due volte consecutive contro lo spartitraffico Ndba un autoarticoalto pesante 38 tonnellate a una velocità di 65 km/h con un angolo di impatto di 20°. Si è poi passati a lancio di un veicolo di 900 kg a 100 km/h con una traiettoria avente lo stesso angolo di 20°.

Gli ingegneri hanno, infatti, constatato a fine test come la nuova barriera sia in grado di proporre una larghezza operativa (lo spostamento laterale in caso di urto) minore rispetto agli spartitraffico tradizionali, a dimostrazione che gli schianti non hanno intaccato la solidità della struttura. Una caratteristica che è stata ottenuta grazie all’adozione di specifici ancoraggi, utilizzati per fissare le barriere al suolo, e grazie al metodo con cui i suoi moduli sono collegati tra loro. E’ stato, infatti, utilizzato un tubo profilato in acciaio anziché un tradizionale vincolo a cerniera, così da contenere la deformazione a seguito dell’urto.

In questo modo l’Anas ha dimostrato e certificato la resistenza del suo nuovo spartitraffico indistruttibile, affermando di poter evitare in questo modo gli incidenti più pericolosi, quelli in cui un veicolo invade un’altra corsia dopo aver sfondato o divelto lo spartitraffico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News