SF90 Stradale: Chris Harris la critica e Ferrari risponde

Pesanti critiche da parte del celebre conduttore di Top Gear UK nei confronti della nuova supercar plug-in hybrid. La Casa di Maranello però non ci sta e risponde al pilota britannico.

1/10

Dopo aver provato sul circuito di Vallelunga la nuova supercar plug-in hybrid del Cavallino Rampante, il famoso pilota e conduttore televisivo inglese, Chris Harris, non si è espresso in modo positivo nei confronti della nuova creatura di Maranello, alludendo che: “Se il progetto per il futuro di Ferrari dovesse essere una macchina che mette la tecnologia davanti al conducente, non sono sicuro sia il futuro che vorrei.”

Per il noto giornalista automotive, volto di Top Gear, la troppa tecnologia a bordo della nuova hypercar italiana se su strada darebbe numerosi benefici, in pista finirebbe persino per ridurre il piacere di guida. Insomma non una bocciatura completa ma un debito a settembre per aver si creato qualcosa di straordinario ma per essere andata, in un certo senso, fuori tema rispetto a quanto inizialmente preventivato.

Il giornalista e pilota inglese si è, infatti, sempre schierato dalla parte della dinamica e del piacere di guida rispetto alla troppa tecnologia che se da un lato rende vetture così prestazionali facili da guidare anche nel quotidiano, dall’altro lato riduce drasticamente il piacere di guida soprattutto per i più puristi e amanti della pura meccanica e della guida analogica. Insomma l’auto va guidata con piedi, mani e sedere.

La Casa del Cavallino Rampante però non ci sta e ha immediatamente risposto al famoso giornalista, conduttore televisivo e pilota inglese, affermando come le stringenti normative in fatto di emissioni condizionino inevitabilmente anche un marchio come Ferrari.

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News