Seat lancia MO: la nuova divisione per la mobilità urbana

Due le prime novità, lo scooter elettrico eScooter 125 e il nuovo monopattino elettrico eKickScooter 65, lanciati dal nuovo brand per la mobilità elettrica condivisa.

1/23

Circa due settimane fa la Casa di Martorell aveva presentato Casa Seat, un luogo, che aprirà i battenti al pubblico dal prossimo giovedì, in cui parlare di progetti e mobilità per il futuro. In questo speciale luogo il Brand spagnolo ha presentato ieri, martedì 16 giugno, la nuova divisione per la mobilità urbana. Denominata Seat MO, ovvero Seat Motorsharing, è il Brand che rappresenta la mobilità elettrica condivisa e che ha già messo in essere due importanti novità di prodotto, ideali proprio per la mobilità urbana. Stiamo parlando del nuovo scooter elettrico eScooter 125 e del nuovo monopattino elettrico eKickScooter 65. Con l’obiettivo di migliorare la quotidianità di milioni di persone, grazie a città più pulite e meno inquinate anche dal punto di vista acustico, il Costruttore spagnolo, che da solo genera il 9% dell'occupazione nel Paese, vuole puntare quanto più possibile su una mobilità urbana elettrica condivisa, fatta di mezzi di trasporto ibridi ed elettrici e di adeguate infrastrutture per supportare l’utente in ogni necessità quotidiana.

Ma partiamo dal più piccolo delle novità. Denominato eKickScooter 65, è un nuovo monopattino elettrico sviluppato in collaborazione con la Segway. Forte di un motore da 350 W, di una batteria da 551 Wh e di un’autonomia di circa 65 km, il nuovo monopattino può affrontare pendenze anche del 20% e raggiunge una velocità massima di 20 km/h. Un mezzo di trasporto pulito ed ecologico, ideale per il percorso casa-lavoro in città. Al fianco del monopattino è stato presentato il primo motociclo nella storia di Martorell. Si tratta di uno scooter elettrico in grado di percorrere fino a 125 km di autonomia massima. Denominato eScooter 125, vanta un motore da 9 kW (12 Cv di picco) e una batteria da 5,6 kWh che gli permettono di accelerare da 0 a 50 km/h in 3,9 secondi e di raggiunge la velocità massima di 95 km/h. In Italia arriverà all’inizio del 2021 e potrà essere guidato dai 16enni o da chi è in possesso della patente A1. Ma la vera “chicca” è che il pacco batterie oltre a poter essere ricaricato tramite una comune presa di ricarica Schuko, alloggiata direttamente sotto il sellino, potrà anche essere rimossa dallo scooter e portata a casa, così da ricaricarla in un altro luogo, sfruttando la maniglia estraibile e la comoda forma a trolley. Con un prezzo di acquisto di ben 65.000 euro, potrà però essere acquistato al lancio con “soli” 7.500 euro oppure noleggiato per soli 200 euro al mese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News