a cura di Redazione Automobilismo - 01 maggio 2018

Revisione auto: novità in arrivo

I furbetti dei chilometri e della revisione avrà vita più dura.

Dal 21 maggio tutti i Paesi membri dell'Unione Europea dovranno adeguarsi alle richieste della comunità europea in merito alle normative in vigore per le revisioni dei veicoli a motore. L'attuale sistema, adottato anche in Italia, sarebbe da troppo tempo criticato per la sua poca severità e scrupolosità nei controlli e per questo deve essere inevitabilmente modificato.

Chilometraggio certificato

Da questa data si dovrà obbligatoriamente annotare il numero dei chilometri al momento della revisione, un primo metodo per cercare di sconfiggere la tanto odiata abitudine di scalare i chilometri da parte di chi decide di vendere la propria auto usata, una pratica molto in uso nel Bel Paese che ricordiamo essere un reato. Grazie a questa verifica e annotazione, i chilometri reali della vettura saranno da quel momento visibili a chiunque direttamente sul sito internet Portale dell’Automobilista e lo saranno anche sul documento unico di circolazione, l’attestato in vigore dal 1 luglio 2018 che “unisce” il certificato di proprietà e la carta di circolazione.

Controlli più accurati

Assieme ai chilometri verranno registrati anche i risultati di tutte le prove eseguite e il valore ottenuto all'interno della specifica prova. Dati che poi verranno inviati al Ministero dei Trasporti assieme all'ammontare dei chilometri. Un inseverimento anche sotto questo aspetto visto che fino ad oggi veniva riportato unicamente l'esito finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime