Renault Clio E-Tech: il full-hybrid secondo la Losanga

Un motore benzina aspirato più due motori elettrici sono gli assi nella manica del nuovo sistema full-hybrid della Casa francese.

1/7

Con la variante E-Tech la Renault Clio si configura di diritto come la prima auto compatta europea con tecnologia full hybrid. Una versione che mette nel mirino principalmente la nuova Toyota Yaris Hybrid e che promette già di ridurre i consumi e le emissioni di ben il 40%, stando ai dati dichiarati dalla Casa francese. Ma come è fatto il nuovo sistema full-hybrid della Losanga? Alla base di tutto vi è un nuovo motore quattro cilindri da 1,6 litri aspirato benzina capace di erogare circa 91 CV a cui si affiancano ben due motori elettrici. Il primo motore elettrico, definito di alta potenza, ha quasi 48 CV, è abbinato a un inedito cambio automatico senza frizioni e convertitore, ed offre trazione elettrica alle ruote o assiste il motore termico in questo compito. Il secondo motore elettrico, definito di bassa potenza, ha circa 20 CV e funziona invece come starter e generatore per recuperare energia in rilascio e frenata.

1/6

Sviluppato internamente dalla Casa francese e dall’alleanza Renault Nissan, il nuovo powertrain full-hybrid in questo modo è in grado di garantire una potenza complessiva di ben 140 CV, di viaggiare per circa l’80% a emissioni zero e di partire sempre in modalità elettrica. Per farlo si avvale naturalmente di una batteria agli ioni di litio della capacità di 1,2 kWh che è stata appositamente alloggiata sotto il bagagliaio. Come se non bastasse, merito anche del filtro antiparticolato, questa nuova versione è non solo pronta per il prossimo standard Euro 7 ma è anche capace di ridurre i consumi e le emissioni di ben il 40% rispetto alla classica motorizzazione benzina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News