a cura di Redazione Automobilismo - 15 gennaio 2020

Renault Clio e Captur E-Tech: ibrido avanti tutta

La Casa della Losanga ha presentato le versioni ibride ed ibride plug-in delle sue Clio e Captur.

1/9

Al Salone dell’auto di Bruxelles la Renault ha svelato davanti la gremito pubblico accorso per l’occasione le nuove Renault Clio E-Tech e Renault Captur E-Tech Plug-In, due nuove varianti dotate dell’inedito sistema ibrido, sviluppato dai tecnici francesi, nel primo caso privo di presa di ricarica mentre nel secondo caso comprensivo di questo ulteriore sistema e quindi di una maggiore autonomia. Ma come è fatto il nuovo sistema full-hybrid della Losanga? Alla base di tutto vi è un nuovo motore quattro cilindri da 1,6 litri aspirato benzina capace di erogare circa 91 CV a cui si affiancano ben due motori elettrici. Il primo motore elettrico, definito di alta potenza, ha quasi 48 CV, è abbinato a un inedito cambio automatico senza frizioni e convertitore, ed offre trazione elettrica alle ruote o assiste il motore termico in questo compito. Il secondo motore elettrico, definito di bassa potenza, ha circa 20 CV e funziona invece come starter e generatore per recuperare energia in rilascio e frenata.

Sviluppato internamente dalla Casa francese e dall’alleanza Renault Nissan, il nuovo powertrain full-hybrid in questo modo è in grado di garantire una potenza complessiva di ben 140 CV, di viaggiare per circa l’80% a emissioni zero (fino alla velocità massima di 75 km/h) e di partire sempre in modalità elettrica. Per farlo si avvale naturalmente di una batteria agli ioni di litio della capacità di 1,2 kWh che è stata appositamente alloggiata sotto il bagagliaio. Come se non bastasse, merito anche del filtro antiparticolato, questa nuova versione è non solo pronta per il prossimo standard Euro 7 ma è anche capace di ridurre i consumi e le emissioni di ben il 40% rispetto alla classica motorizzazione benzina.

1/5

La Renault Captur E-Tech Plug-In aggiunge a questo sistema full-hybrid in primis una presa di ricarica, in seconda istanza una da batteria da ben 9,8 kWh ricaricabile anche dall’esterno e una potenza complessiva massima che raggiunge i 160 CV. In questo modo la Captur ibrida plug-in è in grado di raggiungere i 135 km/h e di percorre fino a 65 km in città e 50 km su percorsi extra-urbani in modalità esclusivamente elettrica oppure di garantire fino a una percorrenza di 66,6 km/l nel ciclo di omologazione in modalità esclusivamente ibrida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime