RCA Auto: benvenuto modello base

Il modulo che consentirà agli automobilisti di confrontare più facilmente sul web le diverse assicurazioni, valutando caso per caso tutte le coperture non obbligatorie.

1/5

E’ stato lungo più di un parto ma finalmente ce l’abbiamo fatta. Dopo ben 8 lunghi anni è finalmente entrato in vigore il contratto base dell’Rc auto. Di cosa si tratta? Del modello di polizza con le clausole minime necessarie che un automobilista deve tenere in considerazione per adempiere all’obbligo di assicurazione di un veicolo a motore circolante in strada. Questa novità dovrebbe in teoria permettere agli automobilisti di confrontare più facilmente sul web le diverse assicurazioni, valutando caso per caso tutte le coperture non obbligatorie. Un cambiamento, introdotto con il decreto del ministero dello Sviluppo economico, dopo che era stato previsto da un legge già nel lontano 2012. In questo modo ogni compagnia assicurativa può determinare liberamente il prezzo del contratto base, esponendo poi i prezzi e le tipologie delle condizioni aggiuntive offerte, quelle cioè non essenziali alla polizza base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News