a cura di Redazione Automobilismo - 13 aprile 2018

Porsche: in Formula E dal 2019

La Casa di Stoccarda tra poco più di un anno prenderà parte alla sesta stagione della massima serie elettrica.

Rinunciando alla tanto amata 24h di Le Mans, la Porsche ha confermato che prenderà parte alla sesta stagione della Formula E, il Campionato Mondiale delle vetture esclusivamente elettriche che prenderà il via nel 2019. La scelta di aspettare quella specifica stagione è stata dettata dal fatto di far conicidere l'entrata nella massima serie elettrica con il debutto sul mercato della full electric Misson E, una strategia che permetterà alla Casa di Stoccarda di proseguire lo sviluppo, i collaudi e le omologazioni tanto della futura sportiva stradale elettrica quanto della monoposto elettrica.

Un bel banco di prova

Dal prossimo anno, infatti, entreranno in vigore le nuove vetture, la Gen 2, che rappresentano un'ulteriore evoluzione in chiave prestazionale di quelle attualmente utilizzate. Con la prossima stagione saranno gli organizzatori della Formula E a fornire uguali per tutti il telaio Dallara e il pacco batterie, accumulatori che avranno una capacità maggiore rispetto a quello attuale così da garantire maggiori percorrenze in gara. Tutti gli altri componenti del sistema di propulsione verranno, invece, sviluppati internamente dai costruttori partecipanti. Così ogni Brand avrà modo di sviluppare, in maniera autonoma, il motore elettrico, l’inverter, l’impianto frenante brake by wire, la trasmissione, il differenziale, gli alberi di trasmissione, il monoscocca, i componenti delle sospensioni, le unità di controllo elettroniche e il sistema di raffreddamento.

Dalla pista alla strada

Come sempre più spesso accade, tutti gli sviluppi che vengono raggiunti e testati in pista in seguito saranno riversati sulle auto stradali. Andreas Seidl, Responsabile dello Sviluppo della Casa di Stoccarda, sarà l'uomo chiave per lo sviluppo dal punto di vista tecnico dell'inedito propulsore elettrico e dell'intera vettura Porsche di Formula E con un grosso vantaggio per il powetrain elettrico che andrà ad equipaggiare la futura Mission E facendo partire la sperimentazione su strada dei propulsori con un anno di anticipo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime