Porsche: arrivano i carburanti sintetici

Il marchio tedesco realizzerà un impianto dedicato per la produzione di carburanti sintetici ed ecosostenibili.

1/5

In un mondo oramai sempre più orientato all’elettrificazione e alla realizzazione di modelli a batteria, la Casa di Zuffenhausen in occasione del lancio della nuova 911 GT3 ha annunciato la realizzazione di un impianto dedicato per la produzione di carburanti sintetici ed ecosostenibili per alimentare i suoi modelli a partire dal 2022. Al fianco quindi dei modelli sportivi a batteria come la Taycan, Porsche continuerà a produrre anche modelli altrettanto sportivi e prestazionali ma ancora equipaggiati con il caro e vecchio motore endotermico, modelli che verranno per l’appunto alimentati con questi nuovi carburanti sintetici, sicuramente meno impattanti a livello ambientale e climatico.

In Cile ha preso il via un progetto pilota per la realizzazione del primo impianto integrato al mondo per la produzione su larga scala di carburanti sintetici neutri dal punto di vista climatico (e-fuel). Il progetto è frutto della collaborazione tra Enel, Siemens Energy e Porsche e punta alla realizzazione di e-fuels climaticamente neutri per la salvezza dei motori endotermici. Per farlo il progetto sfrutterà l’energia eolica per la produzione di tali carburanti, abbattendo di conseguenza l’inquinamento correlato di solito a questi processi industriali.

La fase pilota del progetto prevede una produzione di circa 130.000 litri di e-fuel già nel 2022. La capacità produttiva sarà poi aumentata, in due fasi successive, a circa 55 milioni di litri di carburanti ecologici all’anno entro il 2024 e a circa 550 milioni di litri di e-fuel entro il 2026. Insomma un nuovo corso che vede in primis la produzione di biocarburante da materie prime vegetali o dalla trasformazione di rifiuti sempre a base organica o ancora dall’idrogeno. Un processo produttivo che ha come primo scopo quello di risultare neutro sotto il profilo delle emissioni, perché la CO2 prodotta nel processo di trasformazione sarà bilanciata da quella assorbita dalle piante considerando l’intero ciclo produttivo.

Puntare su questo tipo di carburanti permetterà a Porsche di abbassare sensibilmente le emissioni della sua flotta esistente (parallelamente all’elettrificazione della sua line-up), permettendo di continuare a puntare, almeno per il prossimo decennio, anche sui motori a combustione, allungando di fatto la vita dell’attuale 911.

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News