di Giorgio Sala
- 14 December 2019

Le Mans, 1977: a bordo della Porsche 936/77 Spyder

Con un emozionante video on-board, facciamo un tuffo nel passato con la leggendaria Porsche 936/77 Spyder. All'epoca, il circuito di Le Sarthe presentava un layout ancora prettamente cittadino: nessuna chicane e vie di fuga ridotte all'osso

1/8

Mostro Sacro

Visto l'atmosfera natalizia, anche noi di Automobilismo.it siamo in vena di regali, per questo vogliamo donarvi... un salto indietro nel tempo, nella speranza vi faccia emozionare tanto quanto noi. Vi portiamo nel circuito di Le Sarthe, Le Mans, nel giugno 1977 quando Jürgen Bath, Jacky Ickx e Hurley Haywood componevano l'equipaggio della vettura numero 4, la Porsche 936/77 Spyder. Con due turbocompressori abbinati al suo motore boxer 6 cilindri da 2.142 cc posteriore, lo splendido prototipo del Gruppo 6 con livrea Martini Racing era capace di erogare 540 CV che, in qualifica, salivano a 640 grazie alla presenza di quattro valvole per cilindro. Il telaio in monoscocca in alluminio era estremamente leggero: il suo peso si fermava a 700 kg. Il cambio manuale a 5 marce, abbinato alla trazione posteriore e al differenziale autobloccante, rendevano questa Porsche un vero mostro.

La vettura #4 ottenne la vittoria alla 24 Ore di Le Mans del 1977. Per vivere un giro del vecchio circuito di Le Sarthe, senza chicane sul lungo rettilineo Hunaudières e con vie di fuga davvero ridotte, trovate il video qui sotto pubblicato da Porsche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News