a cura di Redazione Automobilismo - 12 gennaio 2020

Polestar: nell’immediato c’è l’ibrido plug-in

Nella transizione dal motore termico al motore pienamente elettrico, passaggio non sicuramente immediato, una tappa obbligatoria ed essenziale è la tecnologia ibrida plug-in.

1/6

A dirlo è nientemeno che il Ceo del marchio svedese, Thomas Ingenlath, il quale ha spiegato come nel lungo passaggio tra il motore termico e quello elettrico non si può non considerare la tecnologia ibrida plug-in cioè quella con presa di ricarica. “Siamo convinti che l’ibrido plug-in sia al momento una soluzione vincente da un punto di vista tecnologico – ha esordito Ingenlath – Bisogna essere consapevoli del fatto che per molti automobilisti passare da una trasmissione a combustione ad una elettrica non è un processo che avviene da un giorno all’altro, occorre del tempo. E l’ibrido plug-in sotto questo aspetto rappresenta un’ottima maniera per sperimentare gradualmente un propulsore elettrico, aldilà delle questioni ambientali”. Parole che si trovano pienamente nella scelta da parte di Polestar, la divisione sportiva del marchio svedese Volvo, di immettere sul mercato come primi modelli solo versioni per ora con tecnologia ibrida plug-in e non pienamente elettrica. Una scelta che comunque permetterà a Volvo di raggiungere i tanto ambiti obiettivi 2020, fissati dall’Unione Europea in tema di emissioni di C02.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News