a cura di Redazione Automobilismo - 25 febbraio 2019

Pneumatici cinesi: possibile frode nelle importazioni

La Commissione UE ha messo sotto indagine le importazioni di pneumatici cinesi sul mercato europeo.
1/4

Si ipotizzano pratiche illecite di dumping da parte di alcuni produttori di pneumatici cinesi che avrebbero importato sul mercato europeo pneumatici cinesi a un prezzo fin troppo basso, arrivando a influenzare e quindi danneggiare il mercato del Vecchio Continente. A dirlo è la stessa Commissione della Unione Europea che per questo ha deciso di metterne sotto indagine le importazioni.

La stessa Associazione Europea dei Produttori di Pneumatici (EUWA) avrebbe accusato la Cina di aver venduto sul mercato europeo grandi quantità di pneumatici cinesi per autobus e autocarri a prezzi molto più bassi di quanto non si venderebbe sul mercato interno, così da guadagnare importanti fette di mercato a tutto svantaggio delle grandi aziende europee del settore. In attesa del risultato delle indagine l'Unione Europea ha deciso di applicare nuovo Regolamento di esecuzione (UE) 2018/163 con il quale tutti gli pneumatici nuovi e ricostruiti per autobus o autocarri, originari della Repubblica popolare cinese, devono essere registrati in fase di importazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News