Peugeot, oltre 70 anni di SW

Peugeot ha svelato poche settimane fa la nuova 308 SW, una declinazione di carrozzeria tanto attesa anche nel mercato italiano e che completa la gamma della nuova media di segmento C del Leone. Meno spartana, più prestazionale...

1/7

Peugeot ha svelato poche settimane fa la nuova 308 SW, una declinazione di carrozzeria tanto attesa anche nel mercato italiano e che completa la gamma della nuova media di segmento C del Leone.

Meno spartana, più prestazionale, ancor più personale nel design, la station wagon di oggi non ha nulla da invidiare alle altre vetture. Peraltro, conserva ciò che ha sempre costituito la specificità di questo segmento: una silhouette affusolata e soprattutto un grande volume di carico.

La nascita della prima SW Peugeot risale al lontano 1949, anno in cui fu presentata la 203 Familiare.

All'epoca, il segmento era ancora agli albori e nessuno sapeva se esistesse davvero una clientela per questo tipo di carrozzeria. Tuttavia, la Casa francese è sicura della strada intrapresa, al punto da proporre due versioni della sua Station Wagon 403: una familiare e una più rudimentale commerciale, destinata all’uso lavorativo.

L'accoglienza positiva riservata a questi modelli incoraggia la Casa francese a sviluppare la sua gamma. Già nel 1956, il marchio del Leone lanciava la PEUGEOT 403 giardinetta, anch'essa proposta in versione Familiare e Commerciale. Viene sostituita nel 1962 dalla 404 Station Wagon, mentre la 203 Station Wagon deve aspettare il 1965 e l'arrivo della 204 per avere una discendenza.

La strada era ormai comunque definitivamente aperta e nuovi capitoli si aprono con il passare del tempo: 304 e 504 Station Wagon negli anni 70, 305, 505 e 405 Station Wagon negli anni 80, le 306 e 406 SW negli anni 90.

Non paga, all'inizio degli anni 2000, Peugeot fa evolvere questa carrozzeria con due proposte originali: una inusuale 206 SW dalle dimensioni particolarmente ridotte per una Station Wagon ed ideali per la città e una 307 SW che riprende alcune soluzioni interessanti presenti nelle monovolume.

La lista continua con le versioni SW della prima generazione della 308 e della 407, così come le versioni SW della prima e della seconda generazione della PEUGEOT 508.

Nel 2021, debutta una nuova Wagon, la 308 SW. Come la berlina 5 porte da cui deriva, questo modello è senza dubbio una delle proposte più interessanti nel suo segmento.

Dotato di un volume di carico di 608 litri che arriva fino a 1.634 con il divano posteriore completamente ribaltato, il bagagliaio della nuova arrivata è davvero capiente. Spaziosa e versatile, ha un divano posteriore suddiviso in 3 parti dotato di un sistema di abbattimento immediato dei 3 segmenti tramite l’azionamento di due comandi facilmente accessibili e posti ai lati del vano di carico.

Rispetto alla berlina 5 porte, la 308 SW ha un passo aumentato di 55 mm. Questa modifica permette di aumentare ancor più lo spazio a disposizione dei passeggeri posteriori e di armonizzare la silhouette della vettura, che appare ben poggiata sulle quattro ruote.

Sia nella versione berlina che SW, Nuova PEUGEOT 308 è dotata di un quadro strumenti digitale 3D da 10 pollici e di un touchscreen centrale ad alta definizione da 10 pollici innovativo che porta al debutto il nuovo sistema di connettività i-Connect Advanced. Gli i-toggle sono ora interamente configurabili e sostituiscono i comandi fisici tradizionali. Il volante compatto, un altro elemento fondamentale dell' i-Cockpit, permette al guidatore di avere tutto sotto controllo.

I primi esemplari della 308 SW arriveranno sulle strade italiane all’inizio dell’anno prossimo. Sin dal lancio, la Casa francese propone numerose motorizzazioni, tra cui due ibride plug-in da 180 e 225 CV che fanno il loro debutto per la prima volta in una SW di segmento C del Leone.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA