Perché i veicoli elettrici sono più veloci? Perché i motori endotermici sono più “lenti”

Tutta questione di maggiore prontezza, minori inerzie e minor lavoro da eseguire in tutti i transitori e le fasi di funzionamento che rendono i motori elettrici più efficienti e più prestazionali rispetto a quelli termici.

1/11

Sappiamo tutti che i veicoli elettrici sono incredibilmente veloci e penso che tutti abbiamo sentito almeno una volta le parole istantaneo, maggiore coppia ed migliore erogazione. Ma cosa significa veramente? Significa, secondo l'ultimo video di Jason Cammisa per Hagerty, che i veicoli elettrici aspettano sempre in silenzio nella modalità di scatto da fermo, mentre i motori a combustione interna devono affrontare le apatie del mondo fisico prima di andare veloci. Cammisa sostiene che da un semaforo rosso nel mondo reale qualsiasi veicolo elettrico moderno sarà più veloce di qualsiasi supercar moderna. Finchè si è fermi al minimo in attesa di partire il motore a combustione interna avrà sempre più lavoro da fare prima di poterti muovere rispetto a un corrispettivo motore a batteria.

Questo non è solo perché l'aria e il carburante richiedono tempo per farsi strada attraverso le viscere del motore, ma anche perché, prima che tutto ciò possa accadere, i relè e le centraline elettroniche devono decidere di far entrare aria nel motore, nel giusto quantitativo e nel corretto rapporto stechiometrico. Tutto sommato, possono volerci secondi tra la tua decisione di scattare al semaforo e il tuo motore che raggiunge il suo pieno potenziale. E quando lo fa, devi cambiare perché i motori a combustione interna hanno la fastidiosa abitudine di rompersi se girano troppo velocemente. Ancora più importante della risposta quasi istantanea, tuttavia, è che i motori elettrici non incontrano il problema dei regimi massimi dei motori endotermici ne tanto meno quello dei regimi minimi al quale rimanere in moto o poter partire senza spegnersi.

Per dimostrare il suo discorso, Cammisa guarda il V12 in una Lamborghini Aventador. A 1.000 giri/min, il motore produce solo 95 Nm di coppia. Una Tesla Model S, nel frattempo, ne sta già producendo 660 Nm. Alle velocità a cui li usiamo, i motori elettrici sono semplicemente più adatti a fornire potenza. Ciò significa che non devono utilizzare marce, significa che non devono aspirare gas e aria e significa che possono accelerare fino a 96 k/h in meno di tre secondi e restituire l'equivalente di 45 chilometri al litro di carburante. La Lamborghini Aventador dal canto suo non va oltre i 9 km/l di carburante.

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News