Particolato: un dispositivo raccoglie quello prodotto dai pneumatici

Provocate anche dal rotolamento degli pneumatici, le polveri sottili potrebbero presto venire raccolte da un innovativo sistema britannico.

1/3

Inventato da un gruppo di studenti britannici, il Tyre Collective, questo è il numero della interessante invenzione, è un dispositivo che si installa dietro gli pneumatici per catturare le polveri sottili rilasciate nel processo di rotolamento quando si percorre una qualsiasi strada. Un valido aiuto insomma al contenimento delle emissioni nocive e inquinanti prodotte da un’automobile durante il suo utilizzo. Ricordiamo, infatti, che si tratta di polveri talmente sottili da essere in grado di raggiungere i nostri alveoli polmonari, una volta inalate, e di essere particolarmente dannose per il nostro organismo.

Per questo motivo tali particelle vanno raccolte così da impedire che possano depositarsi sul terreno e poi nei nostri polmoni. Per farlo però è bene catturarle fin da subito cioè alla fonte, installando il Tyre Collective, un dispositivo che si avvolge strettamente attorno al bordo del pneumatico e che adotta principi di elettrostatica e di semplice aerodinamica (effetto Magnus) per catturare il flusso appena dopo l’emissione. Già attualmente il dispositivo è definito come capace di accumulare il 60% di tutte le particelle sospese nell’aria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News