Parlamento Europeo: dichiarata l’emergenza climatica

Serve un intervento immediato che preveda un aumento degli standard di riduzione delle emissioni fino al 55% entro il 2030. Questo è quanto dichiarato dal Parlamento Europeo relativo all'inquinamento dell'aria

1/5

Con 429 voti a favore, 225 contrari e 19 astensioni, l’Europarlamento ha dichiarato l’emergenza climatica e ambientale, sottolineando come per raggiungere l'obiettivo di zero emissioni nocive entro il 2050 servono ulteriori misure a quelle già attuate nel Vecchio Continente. Nello specifico, secondo il Parlamento Europeo, si dovrà provvedere a un innalzamento degli standard sulle emissioni, abbattendole del 55% entro il 2030 anzichè dell’attuale 40% previsto dalle precedenti convenzioni. Contemporaneamente l’Europarlamento ha chiesto alla Commissione Europea di rispettare i limiti del riscaldamento globale al di sotto degli 1,5°C, obiettivo raggiungibile solamente con un intervento congiunto tra settore automotive, aereo e marittimo; questi ultimi due settori sono ancora in grande difficoltà nel rispettare le ambizioni europee in tema di sostenibilità ambientale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News