a cura di Redazione Automobilismo - 11 luglio 2019

Nuovo Codice della Strada: importanti cambiamenti in vista

Approvato in commissione, ora si attende il si dalla Camera e dal Senato. Le novità sono tante e riguardano le multe, le bici, la patente, le aree pedonali, le targhe e i documenti necessari.

1/6

Il disegno di legge di modifica del Codice della Strada ha finalmente ricevuto l’approvazione da parte della commissione Trasporti alla Camera. I prossimi passi saranno il passaggio alla Camera e al Senato prima di poter trovare piena approvazione. In attesa però che il nuovo Codice della Strada diventi legge a tutti gli effetti, vediamo insieme quali dovrebbero essere le novità all’esame.

Ciclisti, pedoni e aree verdi

Si parte dalle biciclette che vedranno l’inserimento del casco obbligatorio per i bambini fino a 12 anni di età, del rispetto del distanza laterale dalle bici in fase di sorpasso e della “casa avanzata” in prossimità dei semafori. Si punta però al via libera alla circolazione in ambito autostradale anche alle moto elettriche, fino ad oggi escluse. Si passa ai pedoni e ai bambini che vedranno l’introduzione di zone a traffico limitato o aree pedonali davanti le scuole, almeno negli orari di ingresso e di uscita degli alunni e gli bambini saranno obbligati a indossare le cinture di sicurezza anche sugli scuolabus. Verrà inoltre inserito un emendamento per vietare le Botticelle in città e permetterle solo nei parchi.

Multe, burocrazia, documenti e targhe

Si pensa poi al raddoppio delle pene per chi occupa un parcheggio dei disabili senza averne facoltà o per chi non rispetta i segnali di stop ai passaggi a livello mentre è stato previsto un taglio del 50% al raddoppio della sanzione nel caso in cui il ricorso al prefetto sia respinto. Altri emendamenti puntano a semplificare il livello burocratico consentendo di non portare con sé in auto patente e carta di circolazione mentre si è alla guida, di non dover richiedere una targa sostitutiva in caso di deterioramento ma semplicemente di poter richiederne un duplicato e, infine, di poter sostenere fino a tre prove di esame per la patente perché la validità del foglio rosa verrà estesa da sei mesi a un anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News