Nuova Porsche 911 Turbo S E-Hybrid

Continua in Germania lo sviluppo della prima Porsche 911 turbo elettrificata, un prototipo è in fase di test al Nurburgring...

1/3

Porsche si sta preparando a elettrificare la 911 con la prima versione ibrida della sua iconica auto sportiva, come dimostrano foto e video dei prototipi catturati recentemente al Ring.

La prossima 911 ibrida sarà inizialmente basata sulla generazione 992.2 Turbo, come dimostra il modello impegnato nei test.

L' adesivo giallo sul lunotto posteriore è infatti impiegato in Germania per contrassegnare i prototipi di veicoli elettrificati.

Le batterie della Porsche 911 Turbo S E-Hybrid sono posizionate dietro i due sedili anteriori, motivo per cui in Porsche hanno oscurato lunotto e finestrini posteriori. Il sistema ha un impianto da 400 Volt, la metà della Porsche Taycan.

Porsche ha progettato la piattaforma della serie 992 sin dall'inizio per ospitare un propulsore ibrido, ed il tutto è stato recentemente confermato dal capo della ricerca e sviluppo in Porsche Dr Michael Steiner.

"Un punto da decidere è se si tratterà di un ibrido più orientato alle prestazioni o di un ibrido plug-in orientato anche agli altri modelli. Questa è una delle principali decisioni che dovremo prendere: scegliere quale direzione dovrebbe prendere una tale variante della 911".

Porsche punta comunque a non perdere nulla della praticità del modello 911 anche con il modello ibrido, che probabilmente manterrà la conformazione 2 + 2 della 911 "standard".

Porsche assicura che tutte le informazioni apprese dai due progetti 918 Spyder e Cayenne E-Hybrid li aiuteranno a mantenere la tipica agilità della 911.

Ma gli ingegneri non sono ancora attualmente soddisfatti del peso e delle prestazioni che le batterie di oggi porterebbero, da qui il leggero ritardo nello sviluppo di questo modello ibrido 911.

"Ancora una volta abbiamo a che fare con il problema del peso. Più autonomia vorresti, più peso devi aggiungere, ma se stai solo cercando prestazioni potresti avere una batteria davvero piccola che potenzia l'auto e si rigenera in frenata" ha aggiunto Steiner. Come per la Panamera S E-Hybrid che raggiunge i 2.410 kg, ci si aspetta un inevitabile aumento di peso complessivo rispetto alle versioni a benzina.

Anche se la Porsche 911 Turbo S Hybrid manterrà il 3.8 litri biturbo boxer dalla versione standard, è probabile che impiegherà le batterie e i sistemi elettrici della Cayenne S Turbo E-Hybrid.

Aspettatevi dunque oltre 700 CV di potenza, con una configurazione a trazione integrale e un cambio automatico PDK a otto rapporti.

Il CEO Porsche Oliver Blume ha già dichiarato che la versione ibrida della 911 sarebbe "la 911 con le prestazioni più elevate di tutte". "La 911 è la punta di diamante del nostro marchio. Questa vettura è stata progettata – e rimane – una due posti più due con il motore posteriore, il famoso boxer a sei cilindri, e manterremo questa configurazione in questa auto così iconica il più a lungo possibile", ha aggiunto all'inizio di quest'anno.

"C'è spazio per una certa ibridazione. Stiamo lavorando su questo, ma non è il momento di dirvi quando sarà in vendita. Ma avrà ancora un motore boxer. Se guardo alla Taycan, siamo davvero felici. Più del 50% dei nostri clienti Taycan sono totalmente nuovi e il modello si guida come una Porsche: è reattiva e sportiva come qualsiasi altra Porsche, ed è una tipica Porsche anche in termini di coinvolgimento del guidatore. Questa è la nostra strategia in termini di futura mobilità elettrica".

La nuova 911 ibrida dovrebbe essere in vendita entro il 2024 per competere con alternative ibride come la McLaren Artura e la Ferrari 296 GTB.

Entro il 2025, Porsche prevede che le sue vendite globali saranno per il 25% di veicoli elettrici puri, il 25% di ibridi e il 50% di auto a propulsione convenzionale, con la 911 ibrida che compirà il primo passo verso il futuro e una versione completamente elettrica della 911.

1/3

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA