Nuova Opel Astra: più moderna, sicura e ibrida plug in

Opel svela la nuova sesta generazione di Astra e per la prima volta il suo modello compatto è disponibile con trazione elettrificata. Opel offrirà la nuova Astra in versione ibrida plug-in con due livelli di potenza....

1/25

Opel svela la nuova sesta generazione di Astra e per la prima volta il suo modello compatto è disponibile con trazione elettrificata. Opel offrirà la nuova Astra in versione ibrida plug-in con due livelli di potenza; vi sono inoltre versioni con motori benzina e diesel più efficienti, abbinati a cambi ad attriti ridotti, manuale a sei rapporti e automatico a otto rapporti.

La nuova Opel Astra si presenterà inizialmente in versione sportiva 5 porte dall’aspetto ribassato ed è più spaziosa della versione precedente: lunga 4.374 millimetri e larga 1.860 mm, si posiziona proprio al centro del settore delle compatte in termini di ingombri.

Grazie allo sbalzo anteriore particolarmente ridotto, la nuova Opel Astra è solo 4 mm più lunga del modello precedente, nonostante il passo di 2.675 mm sia notevolmente maggiore (+13 mm).

La vettura ha un aspetto più sportivo, moderno, ma il pratico bagagliaio della nuova Opel Astra con pianale regolabile offre comunque al guidatore e ai quattro passeggeri un volume di 422 litri.

La nuova generazione è stata progettata e sviluppata presso la sede Opel di Rüsselsheim dove la produzione inizierà questo autunno.

Troviamo l’ultima evoluzione dei fari attivi Intelli-Lux LED Pixel direttamente derivati dall' Insignia, l’ammiraglia Opel e, con 168 elementi LED.

L’Opel Vizor (il nuovo volto del marchio comparso per la prima volta sulla Mokka) è qui il principale elemento stilistico del design esterno.

Il Vizor si estende su tutto l’anteriore, facendo apparire ancora più larga la nuova arrivata, e integra tecnologie come i fari anteriori ultrapiatti Intelli-Lux LED e la telecamera anteriore del sistema Intelli-Vision.

Vista dalla fiancata, la nuova Astra ha un aspetto più dinamico grazie alla pronunciata inclinazione in avanti del montante posteriore.

All'interno, con il Pure Panel completamente digitale, la strumentazione analogica appartiene al passato. L’interfaccia uomo-macchina (HMI) con una grafica moderna offre una guida più intuitiva, promette Opel.

Troviamo infatti due schermi da 10 pollici, perfettamente integrati – insieme alla bocchetta di aerazione lato guidatore – in orizzontale.

Il sistema di infotainment può essere comandato con il riconoscimento vocale e in modalità touch e può essere connesso di serie su tutte le versioni ad Apple CarPlay e Android Auto in modalità wireless attraverso gli smartphone compatibili.

La nuova Opel Astra sarà disponibile fin dall’inizio delle vendite con potente trazione elettrica ibrida plug-in e con motori benzina e diesel, elettrizzando la compatta Opel per la prima volta nella storia del marchio.

La potenza va da 81 kW (110 CV) a 96 kW (130 CV) per le versioni benzina e diesel e fino a una potenza di sistema di 165 kW (225 CV) per le versioni ibride plug-in. Il cambio a sei rapporti è di serie sulle unità benzina e diesel, mentre il cambio automatico a otto rapporti (elettrico sulle vetture ibride plug-in) è in opzione sui motori più potenti.

La rigidità torsionale della nuova Opel Astra è superiore del 14% rispetto al modello precedente e l’architettura della nuova Opel Astra, realizzata sulla piattaforma EMP2, comprende anche i più recenti sistemi automatici di assistenza alla guida.

Oltre alla telecamera multifunzione integrate nel parabrezza, la tecnologia prevede quattro telecamere nella carrozzeria (una all’anteriore, una al posteriore e una su ogni lato), cinque sensori radar (uno all’anteriore e uno su ogni angolo), e sensori agli ultrasuoni anteriori e posteriori.

Telecamere e sensori sono integrati con connettività e-horizon nel sistema Intelli-Drive, che aumenta la portata delle telecamere e del radar. Questo permette al sistema di adattare la velocità in curva, di raccomandare la velocità e di eseguire cambi di corsia semiautomatici. Il sistema di rilevamento delle mani sul volante garantisce comunque la presenza attiva del guidatore in ogni momento.

Il lungo elenco di sistemi automatizzati di assistenza alla guida comprende anche il cruise control attivo, che aumenta o riduce la velocità per seguire il veicolo che precede – senza superare la velocità impostata – e che può fermare completamente la vettura se necessario. Con il cambio automatico, la vettura riprende la marcia automaticamente grazie al dispositivo “Stop & Go”.

L’offerta di sistemi di assistenza include inoltre, optional, un grande head up display, il rilevamento angolo cieco, la telecamera Intelli-Vision con visione a 360° per facilitare le manovre di parcheggio, il riconoscimento esteso dei cartelli stradali, il sistema rear cross-traffic alert e il posizionamento attivo in corsia, che mantiene la vettura al centro della corsia.

Opel aprirà gli ordini di nuova Astra il prossimo autunno. I primi clienti riceveranno le loro vetture all’inizio del prossimo anno.

1/25

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA