nuova CUPRA BORN

Il brand emergente spagnolo lancia sul mercato la sua prima elettrica, già in vendita anche in Italia. Realizzata sulla piattaforma MEB del Gruppo VW, è una compatta che sfoggia un design piacevolmente moderno e interni molto hi-tech. Agile nel traffico, sorprende per come sa essere reattiva e intuitiva ...

1/31

Il brand emergente spagnolo lancia sul mercato la sua prima elettrica, già in vendita anche in Italia. Realizzata sulla piattaforma MEB del Gruppo VW, è una compatta che sfoggia un design piacevolmente moderno e interni molto hi-tech. Agile nel traffico, sorprende per come sa essere reattiva e intuitiva

Cupra, il giovane brand spagnolo lancia la prima elettrica Born in vendita a 38.900 euro incentivi esclusi. Basata sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen, l’auto offre un prodotto sostenibile che abbina il confort con il divertimento su strada. Con una lunghezza di 4,32 metri, una larghezza di 1,81 metri e un’altezza di 1,54 metri, la compatta si presenta come una piccola familiare con un gran passo pari a 2,77 metri che ottimizza lo spazio a bordo.

Molto vicina al concept El-Born da cui deriva, l’elettrica si fa notare per le nervature che caratterizzano la parte anteriore, con i fari full Led di serie e la presa d’aria nella sezione frontale. Nella parte bassa della scocca ci sono elementi sagomati per darle un tono più sportivo, ma anche per ottimizzare i flussi aerodinamici. Al posteriore i classici gruppi ottici di forma triangolare sono uniti da una banda luminosa a cui si aggiunge uno spoiler e un vistoso simil-estrattore dell’aria.

Il lavoro stilistico per rendere la Born dinamica prevede poi colori come il grigio e l’esclusivo blu che si aggiungono ad altri quattro e la possibilità di montare cerchi che vanno da 18 a 20 pollici. Anche gli interni esprimono il forte carattere di questa sportiva elettrica: la parte alta della plancia con rivestimenti morbidi al tatto ingloba un schermo per la gestione dell’infotainment da 12 pollici rivolto verso il guidatore. La ricca tecnologia di bordo, completata dal volante con cuciture a contrasto e comandi touch, affascina gli amanti del gusto high-tech.

Oltre che sfruttando il Virtual Cockpit ancorato al piantone di sterzo per le informazioni di bordo, il conducente può arricchire il pacchetto con l’head-up display con realtà aumentata. La versione della Born da 204 Cv, la prima che arriverà in concessionaria per poi essere affiancata dalla 150 Cv e dalla e-boost da 231 Cv, offre un grande spunto fin dal primo tocco dell’acceleratore anche se la risposta non è mai brusca, ma la coppia di 310 Nm viene scaricata con decisione sulle ruote posteriori per uscire dalle curve a una velocità sostenuta. Se si alza il ritmo, soprattutto nei cambi di direzione troppo svelti e nelle frenate più impegnative, si sente un po’ il peso dell’auto che è 1.800 kg.

La Born è stata sviluppata anche per muoversi agilmente in città. Grazie alle dimensioni contenute è facile da guidare nelle strade strette, mentre il settaggio si è confermato l’ideale su dossi e fondi sconnessi. La regolazione attiva delle sospensioni lavora in funzione della mappa della modalità di guida inserita per offrire a chi guida un confort ideale in ogni contesto d’uso della vettura.

1/14

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA