a cura di Redazione Automobilismo - 25 ottobre 2019

Nuova Corvette C8: al banco dinamometrico fa faville

Se i numeri dichiarati parlano di 495 CV e 635 Nm, in un test al banco dinamometrico il 6,2 litri V8 americano ha sprigionato la bellezza di 656CV e 820Nm.

1/8

Ogni tanto una notizia positiva. Spesso, infatti, le auto più sportive, messe alla prova su un banco dinamometrico, registrano valori di coppia e potenza diversi, magari anche di molto, da quelli dichiarati dalla casa costruttrice. A volte questi valori sono inferiori a quelli dichiarati dal costruttore ma a volte sono persino superiori. E’ quello che è stato riscontrato con la nuova Corvette C8 a motore centrale, la quale è stata in grado di far registrare la bellezza di 558 CV alla ruota, ben 63 CV in più dei 495 dichiarati dalla casa.

Valori sbalorditivi

La notizia è stata riportata da MotorTrend che ha in prima persona effettuato il test sul banco dyno. Un risultato niente male per il V8 da 6,2 litri della sportiva a motore centrale che ha saputo rullare non solo una potenza superiore del 12% rispetto a quanto dichiarato ma anche una coppia di ben 698 Nm rispetto ai 635 scritti sulla scheda tecnica, valori naturalmente sempre riferiti alla ruota e non all’albero motore. Facendo quindi il classico procedimento a ritroso e sapendo che una trasmissione di questo tipo normalmente assorbe all’incirca il 15% dei valori di potenza e coppia erogati dal motore, si scopre come la sportiva americana sia persino in grado di erogare all’albero motore valori a dir poco sbalorditivi: 656CV e 820Nm.

Il fresco aiuta

Come è possibile tutto questo? In un confronto tra MotorTrend e la stessa Chevrolet si è appreso come la Casa americana omologhi i valori di potenza e coppia dei suoi motori nelle condizioni più gravose, soprattutto dal punto di vista climatico. In sostanza le prove vengono fatte con alte temperature esterne, motore e radiatori ben caldi e con livelli altimetrici maggiori di quello del mare. In questo modo la Casa americana è sicura che il motore sarà in grado di erogare tale potenza in qualsiasi condizione di utilizzo, offrendo ai propri acquirenti in ogni caso almeno i valori di potenza e coppia omologati. E’ però ben consapevole che in condizioni climatiche ideali (bassa temperatura esterna, livello del mare, motore e radiatori freschi) il proprio motore sia in grado di erogare valori ben superiori a quelli omologati e questa prova al banco ne è una conferma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News