18 ottobre 2011

Nuova CITROËN DS5

E' il terzo modello della gamma DS. Innovativa nello stile e nell’architettura, con soluzioni raffinate, è la prima berlina al mondo che, con la versione Hybrid4, integra una motorizzazione ibrida Diesel...(40 nuove immagini/listino pdf/Video!)

Design

CITROËN DS5 nasce da una fonte d’ispirazione audace, la concept car C-SportLounge.CITROËN DS5 sorprende per lo stile, per le proporzioni uniche e la silhouette riconoscibile, fuori dal comune, una «Shooting-break» dall’innegabile spirito Gran Turismo.  Il frontale conferma l’appartenenza alla linea DS, con la presa d’aria dalle dimensioni generose, l’ampia calandra cromata che integra gli chevron, e lo sguardo tagliente sottolineato dai LED. Le fiancate scolpite rapiscono lo sguardo con giochi di luci e ombre. I riflessi di luce sul profilo cromato che va dalla punta dei fari fino ai vetri anteriori ,elemento distintivo dello stile di CITROËN DS5, si alternano alle ombre create dallo stacco del paraurti posteriore, caratteristica tipica dei veicoli della linea DS.

 

La vista posteriore rafforza ulteriormente l’assetto di CITROËN DS5 sulla strada: ampie carreggiate, doppio terminale cromato integrato al paraurti posteriore, 6 linee di luce che enfatizzano l’insieme. Le prese d’aria laterali del paraurti anteriore ampliano visivamente il frontale, e convogliano il flusso d’aria attorno alle ruote. La parte finale della fiancata è costituita da un unico elemento in policarbonato che integra i deflettori aerodinamici. E' un design efficace, promettono in Citroen, con Cx limitato di 0,29 e un SCx di 0,69 m2.

 

Potrebbero interessarti anche:

 

CITROËN C4 AIRCROSS

CITROËN C4 AIRCROSS

Citreon completa la gamma C4 con la AIRCROSS, proposta inedita, con cui trasforma i codici tradizionali del SUV compatto. Sarà commercializzata dalla fine del primo semestre 2012...

 

Citroën DS3 Racing, prime impressioni

Citroën DS3 Racing, prime impressioni

Rapidissima nei cambi di direzione e aggressiva anche nel look bicolore della carrozzeria: sotto il cofano....( Citroen DS3 Racing, VW Polo GTI o MiTo QV?Vota il sondaggio!)

La storia della Citroën 2CV

La storia della Citroën 2CV

E' stata di volta in volta la vettura di giovani ricchi e di giovani poveri, di snob, intellettuali, conservatori e rivoluzionari, operai e ricche ereditiere. Rivelando una irrefrenabile vocazione al geniale....

Video

 

 

 

Interni

Il posto di guida è orientato al conducente e abbina la postura da coupé allo spirito Gran Turismo: plancia avvolgente, volante verticalizzato con ampia parte piana, informazioni facilmente accessibili, larga console centrale, con piccola leva del cambio in posizione ravvicinata, in soluzione di continuità con l’avambraccio.

Una postura da coupé abbinata a una seduta e a una visuale rialzata, per dominare la strada. Le principali funzioni di bordo sono raggruppati in due console, una nel tunnel centrale e una nel sottotetto, con comandi specifici, che favoriscono una gestualità di ispirazione aeronautica, per alimentare l’immaginario dei passeggeri.

Materiali di autentica fattura come la pelle Club (pieno fiore liscia) e l’alluminio dei decori, lavorazioni goffrate. Allestimento Sportlounge, che combina dinamismo e raffinatezza, e lavorazioni che ricordano le sportive del passato. Caratteristiche tipiche della linea DS, uniche sul mercato. La parte centrale della plancia specifica utilizza una tecnologia multiplexata, che regala grande libertà stilistica.

Bagagliaio

Compattezza e abitabilità CITROËN DS5 è un’auto fuori dal comune, dall’architettura inedita, che supera il compromesso tra piacere di guida e benessere da condividere.  Una silhouette raffinata e compatta: 4,53 m di lunghezza (25 cm in meno rispetto a CITROËN C5 berlina), 1,85 m di larghezza e 1,51 m di altezza. La compattezza permette maggiore agilità e reattività, ma migliora anche i consumi e le emissioni di CO2. Il suo raggio di sterzata di 11,2 m la colloca tra le più maneggevoli del segmento. -

Il bagagliaio dal volume generoso (fino a 468 litri VDA) ricorda le SportWagon. CITROËN DS5 offre 5 posti reali, 5 porte, accessibilità ed abitabilità posteriore da berlina.  Oltre ai vani portaoggetti abituali (cassettino portaoggetti o vano nei pannelli delle porte) la console centrale offre un doppio alloggiamento nell’appoggiagomito di 13 litri. La parte superiore di questo vano integra le prese Jack e USB, per collegare dispositivi portatili. La parte inferiore, refrigerata e illuminata, può contenere una bottiglia da 1,5 litri. Infine la console del tetto offre 2 vani ‘porta occhiali’ con apertura a pressione; il posto di guida cockpit dispone di un vano aperto facilmente raggiungibile con la mano sinistra.

Tecnologia

Oltre agli equipaggiamenti di confort come la climatizzazione automatica bizona con 3 livelli d’intensità (basso, medio, intenso), CITROËN DS5 propone una gamma completa di equipaggiamenti audio e telematici: 

- Connessioni USB e Jack nel bracciolo centrale, per collegare dispositivi portatili lontano da occhi indiscreti. La periferica collegata si controlla con i comandi del sistema audio. CITROËN DS5 dispone anche di una presa 12V dietro alla console centrale.

 

- Il sistema audio integra un software di trattamento acustico ARKAMYS, per la spazializzazione del suono, in grado di riprodurre un suono di alta qualità e ben distribuito nell’abitacolo.

 

- Per sensazioni ancora più intense, in collaborazione con la marca DENON è stato sviluppato un sistema hifi di alta gamma, composto da 10 altoparlanti (tra cui 1 subwoofer amplificato nel bagagliaio, un altoparlante centrale sul cruscotto e 2 tweeter nelle porte posteriori) e da un amplificatore digitale. Il sistema diffonde un suono ampio, perfettamente distribuito nell’abitacolo e riproduce il più fedelmente possibile  tutte le frequenze acustiche.

 

- Infine CITROËN DS5 può essere equipaggiata con il navigatore eMyWay di ultima generazione: grande schermo a colori da 7 pollici ad alta risoluzione, memoria interna che contiene la cartografia Europa, l’indicazione dei limiti di velocità e la funzione streaming audio Bluetooth, ovvero la possibilità di ascoltare file musicali memorizzati sul telefono cellulare.

 

 

Accessori per proseguire il viaggio

 

Sono disponibili diversi accessori:

 

- Presa da 230 Volt/USB disponibile su tutti i livelli di allestimento, per ricaricare un computer portatile, un lettore musicale, una macchina fotografica o un telefono cellulare.

 

- Il sistema CITROËN WiFi On Board permette ai passeggeri di collegarsi a Internet durante il viaggio. Il modulo WiFi offre una connessione wireless per collegare contemporaneamente 4 dispositivi. Alla connessione Internet (mail, instant messages, informazioni pratiche, giochi on line) possono accedere tutti gli occupanti contemporaneamente.

 

- Un doppio lettore DVD Philips con 2 display indipendenti con supporto di fissaggio, destinati ai passeggeri posteriori, offrono un piacevole intrattenimento durante i lunghi viaggi.

 

- infine, sui supporti degli appoggiatesta anteriori può essere installato un supporto multimediale inclinabile, compatibile con la maggior parte dei display fino a 13 pollici o 330 mm (ideale per iPad, lettori DVD, Netbook, …).

 

 

TECNOLOGIA E PRESTAZIONI

 

CITROËN DS5 offre il meglio della tecnologia a portata di mano, per rendere la guida più facile e serena.

 

Per un comportamento su strada stabile ed efficace, CITROËN DS5 è equipaggiata di ripartitore elettronico di frenata (REF), aiuto alla frenata d’emergenza (AFU), ABS, e di un’innovazione CITROËN : l’Intelligent Traction Control che , abbinato all’ESP è garanzia del controllo ottimale del veicolo nelle situazioni di guida più difficili.

 

CITROËN DS5 propone di serie anche il servizio CITROËN eTouch, per restare sempre connessi. Questa funzione di sicurezza è gratuita, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 grazie a una scheda SIM integrata e comprende la chiamata d’emergenza e d’assistenza localizzata (secondo i Paesi) per un rapido intervento in caso di incidente o di panne. Su Internet vengono proposti due ulteriori servizi : il Libretto di Manutenzione Virtuale e il servizio Eco Driving, che segnalano un incidente meccanico o di sicurezza e informano sulle manutenzioni da effettuare. Permettono anche di monitorare i consumi di carburante e le emissioni di CO2.

 

Oltre alle tecnologie conosciute come Hill Assist, il freno di stazionamento elettrico, l’assistenza al parcheggio, il regolatore/limitatore di velocità con memorizzazione, CITROËN DS5 beneficia di nuovi equipaggiamenti:

 

- La  gestione automatica dei fari abbaglianti/anabbaglianti  (High Beam Assistant): il trattamento delle immagini elaborate da una mini telecamera integrata nel retrovisore interno permette la gestione automatica degli abbaglianti, secondo le condizioni d’illuminazione e del traffico, per facilitare la guida notturna.

 

- L’Avviso di superamento involontario della linea di carreggiata (ASL) di seconda generazione : il superamento della linea, rilevato tempestivamente da una mini telecamera invisibile, integrata nel retrovisore e mediante una tecnologia digitale di riconoscimento delle linee, viene indicato da una vibrazione nel sedile del conducente. Questa tecnologia è di supporto in caso di calo d’attenzione al volante.

 

- Il sistema di proiezione sul parabrezza dei dati di guida a colori (Color Head-Up Display): una lama trasparente si attiva all’avviamento del veicolo e proietta a colori, nel campo visivo del conducente, le informazioni essenziali alla guida: velocità, impostazione del regolatore/limitatore di velocità, dati della navigazione. Con la versione Hybrid4, se il veicolo è in modalità “Zero Emission”, la visualizzazione passa dal bianco al blu. Un invito a una guida più ecologica che non influisce sulla concentrazione del conducente.

 

- Latelecamera di retromarcia. Associata al navigatore eMyWay, invia un’immagine a colori sul display della navigazione. Dei riferimenti visivi (rossi per indicare il limite del paraurti posteriore, blu per il raggio di sterzata massimo) aiutano il conducente nella manovra.

 

-Fari fendinebbia con funzioneCornering Light.Sistema che fornisce un fascio luminoso supplementare in curva, per aumentare la visibilità all’interno della curva o dell’incrocio. L’illuminazione si estende fino a 75° a sinistra e a destra del veicolo. L’equipaggiamento si attiva automaticamente quando il conducente aziona l’indicatore di direzione o quando l’angolo di sterzata del volante arriva a 60°

 

- L’accesso e l’avviamento senza chiave (Keyless Access&Start). Permette di aprire e avviare il veicolo tenendo la chiave in tasca. La chiave elettronica viene rilevata quando ci si avvicina, l’apertura e la chiusura avvengono sfiorando le maniglie, il motore si avvia premendo il pulsante START.

Motori

Il  terzo modello della linea DS propone 2 motori Diesel Euro 5 con filtro antiparticolato di serie: il 1.6 e-HDi 110 FAP Airdream CMP-6, con tecnologia micro-ibrida Stop&Start di ultima  generazione, che riduce fino al 15% le emissioni di CO2, e il 2.0 HDi 160 FAP (abbinabile ad un cambio manuale o automatico a 6 rapporti) dalle notevoli prestazioni. 

Beneficia anche di 2 motori benzina turbocompressi a iniezione diretta Euro 5, sviluppati in collaborazione con BMW: il 1.6 THP 155 c.a.6 e il 1.6 THP 200. Quest’ultima versione offre elevate prestazioni grazie a una potenza di 200 cv e ad una coppia massima di 275 Nm a 1770 giri/min. 

 

La prima CITROËN con tecnologia Hybrid4

 CITROËN DS5 inaugura l’innovativa tecnologia Hybrid4 della Marca, una catena di trazione full-hybrid che associa le prestazioni del motore Diesel HDi all’efficacia della propulsione elettrica. “Hybrid pleasure” (200 cv di potenza totale, 4 ruote motrici, modalità elettrica per la guida urbana, funzione boost elettrico in accelerazione) ed emissioni di CO2ridotte (99g/km).

 

L’originalità della tecnologia full-hybrid consiste nella combinazione di più tecnologie:

- Motore termico 2.0 HDi 160 FAP,

- Sistema Stop&Start con alternatore reversibile di seconda generazione,

- Cambio pilotato a 6 rapporti ottimizzati,

- Motore elettrico sincrono a magneti permanenti, situato in un assale posteriore specifico a bracci multipli, in grado di sviluppare una potenza di 27 kW (37 cv),

- Il Power Train Management Unit che gestisce automaticamente le modalità di funzionamento dei due motori, per privilegiare la riduzione dei consumi.

 

La tecnologia Hybrid4 offre una guida a più modalità. Il comando “Hybrid Control”sulla console centrale permette al conducente di selezionare una delle 4 modalità di funzionamento: Auto, ZEV, 4 ruote motrici e Sport.

- La modalità ‘Auto’ si attiva ad ogni avviamento. Per ottimizzare il consumo di carburante, gestisce automaticamente il passaggio tra motore termico e motore elettrico.

- La modalità ‘Zero Emission Vehicle’ (ZEV) permette di guidare con il solo motore elettrico, con velocità non superiore a 60 km/h. L’autonomia in modalità ZEV è compresa tra 2 e 3 km. Al superamento dell’autonomia il veicolo commuta in modalità ‘Auto’.

- La modalità ‘4 Ruote Motrici’ privilegia la motricità, e aziona in continuo le 4 ruote del veicolo: le ruote anteriori con il motore termico, le posteriori con il motore elettrico. Ideale su terreni difficili e a bassa aderenza (neve, fango, sabbia …) con velocità non superiori a 120 km/h.

- Infine la modalità ‘Sport’ favorisce la reattività e il dinamismo utilizzando al massimo il motore elettrico, a supporto del motore termico. Accelerazioni, riprese e cambi di marcia diventano più dinamici grazie all’effetto “boost” elettrico.

THP 200

Le 2 motorizzazioni benzina proposte su CITROËN DS5 sono il risultato della collaborazione con BMW Group®. Questa famiglia di motori denominata «EP» ha 1 598 cm3 di cilindrata. Dispone di tecnologie moderne ed efficaci, per proporre il miglior rapporto prestazioni–confort di guida– consumi.Con l’iniezione diretta benzina e l’applicazione di un turbocompressore, il motore THP 155 offre prestazioni di altissimo livello e consumi ridotti.Questa versione fornisce una potenza massima di 115 kW (156 cv CEE) a 6000 giri/min. Le coppia massima è di 240 Nm a 1.400 giri/min,  valore che resta costante fino a 4 000 giri/min. Questa caratteristica garantisce un confort di guida paragonabile alle motorizzazioni Diesel della famiglia HDi, ai bassi e medi regimi, con 156 Nm disponibili già da 1.000 giri/min.Con cambio automatico a 6 rapporti, DS5 consuma in ciclo misto 7,1 l/100 km (con cerchi da 17 pollici) o 7,3 l/100 km (cerchi da 18  o19 pollici) ed emissioni di CO2 di 165 o 169 g/km.

 

La motorizzazione THP 155 offre diverse particolarità tecniche, per prestazioni notevoli rispetto alla cilindrata. La tecnologia utilizzata, paragonabile a quella del downsizing applicato alle motorizzazioni Diesel HDi della Marca, offre significativi vantaggi rispetto alle motorizzazioni aspirate convenzionali.La motorizzazione THP (Turbo High Pressure) dispone di iniezione diretta sequenziale, alimentata da una pompa elettronica alta pressione. Insieme a un turbocompressore, questa meccanica è dotata di albero a camme d’aspirazione e fasatura a variazione continua.

 

Le principali specificità di questa versione sono:

 

 - L’iniezione diretta, associa potenza specifica elevata a consumi ridotti. L’alta pressione si ottiene con una pompa montata all’estremità dell’albero a camme d’aspirazione. Il suo valore massimo di 120 bar permette agli iniettori di inviare la miscela lateralmente e direttamente nella camera di combustione, per una distribuzione omogenea. Il rapporto volumetrico arriva a 10,5 a 1.

 

   - La particolarità del turbocompressore di tipo Twin-Scroll è di riunire nel collettore di scarico i condotti del gas a coppie (cilindri n° 1-4 e 2-3).

Questo permette di combinare in modo ottimale il flusso dei gas, per garantire un’efficace reattività della turbina riducendo sensibilmente i tempi di risposta. La turbina può girare fino a 200.000 giri/min, limitataelettronicamente ad una pressione massimadi 0,8 bar mediante la valvola di scarico. La sovralimentazione è utilizzabile da 1.000 giri/min motore.

 

 - Una testata con due alberi a camme in testa; quello d’aspirazione beneficia di fasatura a variazione continua, che migliora la coppia disponibile ai bassi regimi, e ottimizza i consumi e le emissioni inquinanti

 

 - Una pompa dell’olio a flusso pilotato, per la lubrificazione necessaria al funzionamento ottimale della meccanica. Il sistema di lubrificazione è completato inoltre da uno scambiatore acqua/olio integrato nel filtro e gestito da un termostato pilotato, per un riscaldamento più rapido e un’adeguata gestione della temperatura, anche con forti sollecitazioni.

 

  • Un carter motore in due parti, con carter cilindri e carter cappelli in alluminio, per la massima rigidità e la riduzione delle emissioni sonore.

 

 

 

Con una potenza massima di 147 kW CEE (o 200 cv CEE) disponibile da 5 500 a 6 800 giri/min (ovvero una potenza specifica di 92 kW per litro o 125 cv/l), questa meccanica è il riferimento della categoria. Una potenza così elevata non va a discapito del confort, e il valore massimo di coppia raggiunge 275 Nm su un ampio range di regime, da 1 700 a 4 500 giri/min.Con il cambio manuale a 6 rapporti e la presenza di cerchi da 19 pollici, i consumi in ciclo misto e le emissioni ci CO2 si attestano a un livello altamente competitivo, con rispettivamente 6,7 l/100 km e 155 g di CO2 per km.

 

Questa versione THP 200 ha  la particolarità di associare tecnologie moderne. In particolare:

- L’iniezione diretta benzina,

L’iniezione diretta, più fine e meglio dosata, migliora la combustione e, con un’azione più mirata, riduce il carburante incombusto, migliorando la combustione e riducendo le emissioni e i consumi. La pressione massima corrisponde a 120 bar.

Il rapporto volumetrico è mantenuto tra 10,5 e 1, il miglior compromesso tra prestazioni ed emissioni.

 

- La fasatura variabile degli alberi a camme d’aspirazione e di scarico.

Realizzata dai variatori di fase comandati sull’estremità dei due alberi a camme, pilotati elettricamente in maniera indipendente, permette di ottimizzare la coppia motore ai bassi e medi regimi e assicurare la potenza a regime più alto.

 

-L’alzata variabile delle valvole d’aspirazione

La tecnologia utilizzata permette di variare gradualmente l’alzata delle 2 valvole d’aspirazione da 1 a 10 mm, per modificare la quantità di miscela iniettata in ogni cilindro. Dipende da diversi parametri, tra cui il regime motore e la posizione dell’acceleratore. L’obiettivo è ridurre il pompaggio dei pistoni per migliorare il rendimento termodinamico.

I vantaggi sui consumi di carburante e sulle emissioni di CO2 ottenuti sommando la fasatura variabile degli alberi a camme e l’alzata variabile delle valvole d’aspirazione sono dell’ordine del 6%.

 

 

Un turbocompressore di tipo Twin Scroll,

Come per la motorizzazione THP 155, la tecnologia Twin-Scroll raggruppa a coppie i condotti di gas nel collettore di scarico  (cilindri n° 1-4  e 2-3). Combina in modo ottimale il flusso dei gas, per garantire un’efficace reattività della turbina e procurare un aumento della coppia nell’ordine di 20 Nm a basso regime, riducendo sensibilmente i tempi di risposta. La sovralimentazione è sensibile da 1.000 giri/min motore. La turbina del compressore può girare fino a 200.000 giri/min, limitata elettronicamente ad una pressione massima di 1,2 bar mediante la valvola di scarico. La tecnologia Twin Scroll comporta anche una migliore equilibratura dei flussi di scarico per una riduzione di consumi ed emissioni e una potenza più elevata ad alto regime, nell’ordine di una quindicina di KW (20 cv).

 

Una pompa dell’olio a pressione e flusso pilotati.

Il principio è regolare la pressione e il flusso forniti dalla pompa in funzione del regime motore per ottenere la massima efficacia possibile. Permette anche di eliminare le variazioni legate alla temperatura dell’olio, in particolare a freddo, e di ridurre l’energia assorbita dalla pompa.

Questo pilotaggio permette di ridurre i consumi dall’1 al 2% circa. Il sistema di lubrificazione è inoltre completato da uno scambiatore acqua/olio, integrato nel filtro e gestito da un termostato pilotato, per un riscaldamento più rapido e la corretta gestione della temperatura, anche in caso di forti sollecitazioni

 

Un pompa dell’acqua disinseribile

Limita l’energia necessaria al suo funzionamento e permette di mantenere la temperatura del liquido di raffreddamento entro il range di resa ottimale, per una riduzione dei consumi di carburante di circa l’1%

 

Sonorità modulata con il Sound System

Si è lavorato molto anche sulla sonorità del motore THP 200. Per un maggiore confort, la tecnologia « Sound System »ha modificato, in alcune condizioni di utilizzo, la resa sonora del THP 200, che fornisce armoniche diverse in accelerazione. Una membrana vibrante, associata all’aspirazione dell’aria, provoca un suono particolare, più sordo, come accade negli strumenti musicali. Questa nuova sonorità è prodotta e amplificata dalla depressione presente in uno specifico condotto acustico. A regime di crociera la rumorosità torna nella norma, per il massimo confort degli occupanti.

E-HDi 110

La versione e-HDi 110 della DS5 offre prestazioni notevoli con emissioni di CO2 ridotte e un sistemaStop&Start. Le regolazioni adottate su questa versione, con inserimento delle marce più veloci, potenzia il dinamismo, ulteriormente rafforzato con la modalità sport del cambio. Questa motorizzazione, proposta su numerosi modelli della Marca da C3 a C5, è stata oggetto di numerose modifiche per rispettare la norma Euro 5, ridurre l’impatto ecologico e migliorare le prestazioni.Con una cilindrata di 1 560 cm3 e una potenza massima di 82 kW CEE (112 cv) a 3 600 giri/min, la coppia massima si attesta a 270 Nm (285 con l’overboost disponibile temporaneamente durante le riprese più “ vigorose” ) a un regime di 1 750 giri/min.

Le modifiche apportate alla meccanica (riduzione del rapporto volumetrico a 16 a 1, aumento della pressione massima del common rail a 1 650 bar, nuovi iniettori a 5 fori, nuova elettrovalvola EGR, nuovi pistoni, ecc.) hanno portato ad una riduzione delle emissioni inquinanti, dei consumi e delle emissioni di CO2 e ad un miglioramento della potenza e della coppia disponibile.

Associata alla tecnologia Micro-ibrida e-HDi e a un cambio manuale pilotato a 6 rapporti, il consumo in ciclo misto è di 4,4 litri/100 km con emissioni pari a 114 g /km di CO2.

 

La motorizzazione HDi 160: potente e parsimoniosa

 

La motorizzazione HDi 160 associa prestazione di prim’ordine a consumi ridotti. Già disponibile su numerosi altri modelli della gamma (DS4, C5 e C8), questo motore, con cilindrata di 1 997 cm3 è dotato di un sistema common rail di 3ª generazione che può fornire una pressione massima di 2 000 bar. La potenza massima è di 120 kW (163 cv) a 3 750 giri/min e la coppia motore raggiunge 340 Nm da 2 000 a 3 000 giri/min.

Sono disponibili due cambi a 6 rapporti. Con la versione manuale, il consumo in ciclo misto è di 4,9 l/100 km (17 pollici) o 5,1 l/100 km (18 o 19 pollici) con emissioni di CO2 rispettivamente di 129 e 133 g/km. Per le versioni con cambio automatico, questi valori sono di 5,9 l/100 km e 154 g di CO2/km con cerchi da 17 pollici e di 6,1 l/100 km e 158 g di CO2/km con cerchi di diametro superiore (18 o 19 pollici).

Hybrid4

CITROËN DS5 inaugura per la Marca l’innovativa tecnologia Hybrid4, una catena di trazione full-hybrid che associa le prestazioni del motore Diesel HDi all’efficacia della propulsione elettrica. Il risultato? “Hybrid pleasure”: sensazioni di guida inedite (200 cv di potenza totale, 4 ruote motrici, modalità elettrica per la guida urbana, funzione boost elettrico in accelerazione) ed emissioni di CO2 ridotte (a partire da 99g/km).

La scelta della tecnologia Hybrid4 - Diesel + elettricità – permette di associare i vantaggi di due tecnologie parsimoniose: da una parte una motorizzazione termica della famiglia HDi e dall’altra una motorizzazione elettrica con zero consumi di carburante, emissioni di CO2 e sostanze inquinanti.

Il primo veicolo ibrido della Marca propone una sintesi eccezionale che unisce il rispetto dell’ambiente (3,8 l/100 km, 99 g di CO2/km) e prestazioni di altissimo livello con una potenza totale che può raggiungere 200 cv.L’ibrido rappresenta una svolta in termini di consumo di carburante ed emissioni di CO2. In città la riduzione va dal 30 al 35 %, rispetto a una motorizzazione Diesel equivalente. In ambito extraurbano varia dal 10 al 15%.Su un tragitto urbano medio, il tempo in cui il motore termico è spento può arrivare ai 2/3 della durata dello spostamento.

Il sistema Hybrid4, basato su una struttura parallela, con le ruote anteriori azionate dal motore termico e quelle posteriori dal motore elettrico, permette anche di utilizzare la modalità 4 ruote motrici, eliminando gli inconvenienti legati ad un sistema a 4 ruote motrici tradizionale.  L’assenza di trasmissione tra i due assali non compromette il volume dell’abitacolo.  Tutte le informazioni transitano tra il motore termico e la parte elettrica posteriore con sistema ‘by wire’.

PSA Peugeot Citroën ha depositato 300 brevetti per sviluppare il sistema Hybrid4. 

La tecnologia Hybrid4 permette una guida in “multimodalità”, con 4 diverse modalità adatte alle diverse esigenze.

  • La modalità AUTO, che sarà quella più utilizzata, per una guida serena e rilassante con consumi ridotti,
  • la modalità ZEV, totalmente elettrica,
  • La modalità 4WD, con 4 ruote motrici permanenti,
  • La modalità SPORT, più dinamica.

  

 

CITROËN DS5 Hybrid4 dispone di catena di trazione Full Hybrid con 2 motori: uno termico Diesel nella parte anteriore e uno elettrico posizionato sull’assale posteriore.

 

 

Molto simile al motore HDi 160 proposto nella gamma DS5, prevede alcune particolarità tecniche e di messa a punto, per adeguarsi perfettamente alla versione Hybrid4. La potenza sviluppata resta 120 KW (163 cv CEE) al regime di 3 850 giri/min. La coppia massima arriva a 300 Nm e resta costante da 1 750 a 3 500 giri/min.

La scelta di questo motore è perfettamente coerente con il posizionamento di DS5 e l’abbinamento al motore elettrico rappresenta una sintesi perfetta tra prestazioni e consumi di carburante.

Come tutte le versioni di CITROËN DS5, l’Hybrid4 dispone del sistema Intelligent Traction Control,  collegato all’ESP.

   

Il motore elettrico è di tipo sincrono a magnete permanente. Aziona le ruote posteriori ed è posizionato al centro dell’assale posteriore specifico a bracci multipli. Può funzionare tra – 30 e + 80 ° C, e fornisce una potenza nominale di 20 kW o 27 cv CEE da 1 290 a  7 500 giri/min. La potenza di picco raggiunge 27 kw o 37 cv CEE. La coppia massima di 100 Nm (200 Nm in picco), è costante da 0 a 1 290 giri/min.

La potenza viene trasmessa alle ruote posteriori tramite un riduttore con demoltiplicazione 7,46.

DS5 può viaggiare in modo totalmente elettrico fino a 60 o 70 km/h secondo la modalità selezionata. La trasmissione alle ruote posteriori è controllata da un sistema antislittamento legato alla funzione ESP.

Può funzionare fino a una velocità di 120 km/h, oltre la quale viene disaccoppiato attraverso un innesto a denti integrato al riduttore, per limitare le perdite meccaniche ad alta velocità.

Il valore nominale di 20 kW è disponibile in tutte le configurazioni d’utilizzo. Si può raggiungere il picco di potenza di 27 kW durante il cambio di rapporto e con la modalità SPORT, per ottenere la massima efficacia  o ricaricare le batteria alta tensione in fase di recupero d’energia.

 

 

La massima potenza disponibile è di 147 kW (o 200cv). È disponibile in modalità SPORT, sommando la potenza massima delle 2 motorizzazioni. Oltre i 120 km/h, il motore elettrico è disattivato. La coppia massima disponibile è di circa 450 Nm.

 

 

Uno dei vantaggi del sistema ibrido di CITROËN DS5 è la possibilità di disporre di 4 modalità di funzionamento diverse e specifiche: la modalità AUTO, orientata al confort ed al contenimento dei consumi e alla serenità, la Sport, per il massimo di dinamismo e prestazioni, la 4WD indicata in condizioni di guida difficili e la ZEV per muoversi in città senza emissioni sonore e di CO2.

 

 

La modalità AUTO gestisce automaticamente la catena di trazione ibrida, garantendo risparmio, confort, silenziosità e serenità.Regala una guida rilassata, e permette di viaggiare in città utilizzando una modalità 100% elettrica, grazie al recupero di energia in decelerazione. L’indicatore di consumo/generatore d’energia indica al conducente se sta assorbendo o recuperando energia, favorendo una guida ancora più economica.Si aziona automaticamente all’avviamento di DS5, è la modalità più utilizzata e ottimizza i consumi grazie a specifiche leggi di funzionamento.

Con marcia in avanti o retromarcia inserita, la modalità AUTO permette di utilizzare il veicolo in sola modalità elettrica per la maggior parte del tempo. Quando le condizioni lo richiedono, l’avanzamento è disponibile anche con motore avviato. Il funzionamento completamente elettrico interviene con bassa accelerazione, fino a 70 km/h circa, secondo la carica della batteria.

Questa modalità dispone di leggi d’inserimento delle marce del cambio manuale pilotato, privilegiando il risparmio di carburante, in modo analogo alla taratura del pedale dell’acceleratore. All’inserimento dei rapporti, il motore elettrico entra in azione, in modo che la rottura di coppia indotta sia percepita meno possibile dagli occupanti, per il massimo confort.In decelerazione, il motore termico può essere spento sotto i 70 km/h. Il motore elettrico viene disaccoppiato automaticamente oltre i 120 km/h.La massima potenza disponibile è di 120 kW.

 

 

Selezionando la modalità SPORT con il comando sulla console centrale si sceglie un funzionamento dinamico dell’auto, privilegiando l’utilizzo della potenza elettrica. Questa modalità propone una taratura specifica del pedale dell’acceleratore, per ottenere le migliori prestazioni possibili. Le leggi d’inserimento delle marce per il cambio automatico favoriscono il dinamismo; i rapporti vengono mantenuti più a lungo e si ritarda il passaggio a quello superiore.

Questa modalità regala a DS5 Hybrid4 le prestazioni migliori in termini di accelerazione o ripresa.

L’apporto elettrico ai cambi di marcia è lo stesso della modalità AUTO. La modalità SPORT autorizza lo spegnimento del motore termico con veicolo fermo, ma lo riavvia immediatamente per ottenere il massimo della potenza nel minor tempo possibile.

Questa modalità permette la massima potenza sommando i motori termico ed elettrico. Il boost in ripresa, fornito dal motore elettrico, porta anche maggiore potenza (20 kW o 27 cv disponibili costantemente con forte carico e 27 kW o 37 cv non continui  che possono sommarsi al motore termico (potenza massima di 120 kW o 163 cv). La potenza massima fornita può raggiungere 147 kW, ovvero 200 cv CEE.

La coppia del motore termico (fino a 300 Nm) è disponibile sull’assale anteriore e la coppia del motore elettrico (100 Nm costante e 200 Nm in picco) sull’assale posteriore.

 

La modalità 4WD migliora la sicurezza  e permette di affrontare con serenità fondi scivolosi, innevati o ghiacciati, grazie alla maggior aderenza, e di effettuare partenze su pendenze fino al 25 %. 

La modalità 4WD (4 Wheel Drive o 4 ruote motrici) utilizza sempre sia le ruote motrici anteriori azionate dal motore termico che le ruote posteriori azionate da quello elettrico. Per una migliore reattività, il motore termico è sempre attivo.

È sempre possibile utilizzare questa modalità anche quando le batterie del sistema Hybrid4 sono al livello minimo di carica. In questo caso, viene utilizzato l’alternatore-motorino d’avviamento, del sistema Stop&Start, e fornisce fino a 8 kW di potenza  per azionare le ruote posteriori e avanzare utilizzando sempre le 4 ruote motrici.

La massima potenza disponibile è 140 kW.

 

 

La modalità ZEV (Zero Emission Vehicle) consente di guidare in modalità 100% elettrica.L’autonomia disponibile dipende dallo stato di carica del pack batterie quando si seleziona questo tipo di propulsione. Con batterie cariche e in condizioni di guida normali, l’autonomia può raggiungere 4 km. La modalità ZEV è disponibile fino a una velocità di 60 km/h, oltre la quale il motore HDi viene riavviato. Quando le batterie non sostengono più la modalità ZEV, il riavviamento del motore termico avviene in modo assolutamente impercettibile per gli occupanti.

Le altre condizioni che causano il ritorno automatico alla modalità AUTO sono:

  • accelerazione importante,
  • azionamento dello sbrinamento o del disappannamento,
  • quota superiore a 1 500 m,
  • quando la temperatura all’avviamento è inferiore a 0°C, per dare la priorità al riscaldamento dell’abitacolo…

 

 

Listino italiano pdf

Clicca il bottone in alto e consulta il listino pdf...

 

Potrebbero interessarti anche:

 

CITROËN C4 AIRCROSS

CITROËN C4 AIRCROSS

Citreon completa la gamma C4 con la AIRCROSS, proposta inedita, con cui trasforma i codici tradizionali del SUV compatto. Sarà commercializzata dalla fine del primo semestre 2012...

 

Citroën DS3 Racing, prime impressioni

Citroën DS3 Racing, prime impressioni

Rapidissima nei cambi di direzione e aggressiva anche nel look bicolore della carrozzeria: sotto il cofano....( Citroen DS3 Racing, VW Polo GTI o MiTo QV?Vota il sondaggio!)

La storia della Citroën 2CV

La storia della Citroën 2CV

E' stata di volta in volta la vettura di giovani ricchi e di giovani poveri, di snob, intellettuali, conservatori e rivoluzionari, operai e ricche ereditiere. Rivelando una irrefrenabile vocazione al geniale....

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime