a cura di Redazione Automobilismo - 25 September 2018

Nuova Audi A6 Avant - Test su strada

Stile inedito e infotainment allo stato dell’arte sono le prerogative della nuova sw dei quattro anelli, giunta alla sua quinta generazione. Abbiamo guidato la 40 TDI con motore duemila quattro cilindri da 204 Cv, che garantisce una guida piacevole sia a livello dinamico sia sotto il profilo del confort di bordo.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/8

    Linea evoluta

    Innanzitutto, il progresso a livello stilistico è evidente, soprattutto davanti e dietro: la calandra Single Frame è più ampia rispetto alla precedente generazione di A6. Il padiglione si chiude molto inclinato verso la porzione posteriore dove troviamo una soluzione diversa dal passato, con i gruppi ottici (a led) raccordati idealmente attraverso un sottile filo cromato oppure oppure nero se si sceglie l’opzione “Look Nero”. Altri dettagli completano il look della familiare tedesca, per esempio i nuovi paraurti e la differente sagoma del cofano motore.

    Abitacolo confortevole e connesso

    Anche l’abitacolo vede evolvere le scelte stilistiche ed ergonomiche. Il design della plancia è lineare e la qualità complessiva è generata da rivestimenti preziosi e accoppiamenti perfetti. Il sistema multimediale MMI Touch Response permette di amministrare in maniera intuitiva quasi tutte le funzioni di bordo attraverso i due nuovi touchscreen integrati nella plancia, che sostituiscono quello a scomparsa. Con lo schermo superiore da 10,1” del sistema MMI Plus il conducente controlla l’infotainment e la navigazione, mentre con lo schermo da 8,6”, più in basso, si gestiscono climatizzazione e confort di bordo, inoltre il display può trasformarsi in una lavagnetta per scrivere con il dito indirizzi o nomi dei contatti. In abitacolo troviamo sedute confortevoli e centimetri abbondanti per tutti. Il passo è di 292,4 cm (+12 mm della precedente) fermo restando una lunghezza di 494 cm (-4 mm). La coda più rastremata, non limita la capacità di carico perché il perimetro del vano è lineare, si può abbattere solo la porzione centrale del divanetto (40:20:40) per raggiungere una lunghezza di 199 cm e guadagnare in versatilità e volume (565/1.680 litri).

    Nuova Audi A6 Avant - Test su strada

    Motori brillanti

    La nuova A6 Avant è disponibile in fase di lancio nelle versioni 40, 45 e 50 TDI, tutte turbodiesel. La prima con il 4 cilindri 1.968 cc da 204 Cv e 400 Nm, le altre con il motore V6 di tre litri in configurazione da 231 con 500 Nm e 286 Cv con 620 Nm di coppia. In un secondo momento arriveranno anche le unità a benzina. Le tre motorizzazioni attuali prevedono un sistema mild hybrid per contribuire a soddisfare le normative antinquinamento euro 6d-temp. Sulle unità a quattro cilindri sfrutta la rete di bordo a 12V mentre con i motori V6 c’è una rete elettrica aggiuntiva a 48V, che integra un motorino di avviamento con funzione di alternatore per ricaricare la batteria quando si decelera. Inoltre è prevista la funzione “veleggiamento”, che permette di avanzare per inerzia con motore spento a velocità fra 55 e 160 km/h. Il quattro in linea due litri della 40 TDI è elastico e grintoso anche se deve far fronte ai circa 2.000 chili di massa della vettura. In compenso, il confort è complessivamente elevato, con rumorosità e vibrazioni davvero basse. Il cambio automatico S-tronic e sette rapporti è fluido negli innesti ed efficace per sfruttare al meglio l’elasticità del motore. Sospensioni a ruote indipendenti (optional a regolazione elettronica) e sterzo, assicurano una gradevole guidabilità perché la macchina è sufficientemente agile.

    Prezzo elevato

    Disponibili con prezzi a partire da 56.250 euro per la 40 TDI a due ruote motrici, 62.800 euro per la 45TDI quattro e 64.500 euro per la 50 TDI quattro, le nuove Audi A6 Avant hanno un listino allineato con rivali come Bmw Serie 5 touring oppure Mercedes-Benz E sw, ma attingendo dalla ricca lista di optional, si possono sfiorare cifre molto impegnative, anche nell’ordine dei 100 mila euro.

    Alessandro Perelli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime