Netturbini anche tutori della legge?

Dall’1 gennaio e fino alla fine dello stato di emergenza controlleranno anche il mancato rispetto delle norme anti Covid sui mezzi pubblici.

1/3

All’interno della nuova Legge di Bilancio potrebbero essere approvate importanti novità che estenderebbero ulteriormente i poteri sanzionatori dei netturbini o operatori ecologici. Dopo il potere sanzionatorio nei confronti di tutte le auto e i mezzi in divieto di sosta o di fermata, i dipendenti delle aziende municipalizzate o delle imprese addette alla raccolta dei rifiuti urbani e alla pulizia delle strade potrebbero essere insigniti anche del potere di vigilare l’avvenuto o mancato rispetto delle norme anti Covid sui mezzi pubblici, come fanno i veri e propri controllori delle aziende di trasporto pubblico. In sostanza gli addetti alla pulizia delle strade, i dipendenti delle società di gestione della sosta su strada o dei parcheggi e, più in generale, delle società municipalizzate potranno accertare e sanzionare, su delega dell’amministrazione municipale, anche il mancato rispetto delle norme sul distanziamento e sull’obbligo di indossare la mascherina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News