a cura di Redazione Automobilismo - 10 giugno 2019

Michelin Uptis: l’innovativo pneumatico privo di aria

Entrerà in produzione nel 2024 con una particolare struttura antiforatura priva di aria al suo interno.

1/8

Al Movin'On Summit, importante rassegna per la mobilità sostenibile, la Michelin e la General Motors hanno svelato, davanti al gremito pubblico accorso per l’occasione, il nuovo pneumatico Michelin Uptis. Denominato Unique Puncture-proof Tire System è un avanzatissimo pneumatico dotato di un sistema a prova di foratura di ultimissima generazione.

Ma come fa a non forarsi mai? In primis si avvale di una strutture che non necessita di aria al suo interno. In seconda istanza è caratterizzato al suo interno da una struttura di materiali compositi (una miscela di gomme, fibra di vetro e resine) che non solo sostituisce l’aria e sostiene quindi la fascia esterna o battistrada del pneumatico ma garantisce anche l’effetto ammortizzante nei confronti di buche e avvallamenti del manto stradale. Questa speciale struttura non solo rende a prova di foratura il nuovo pneumatico francese ma incrementa ulteriormente i valori di sicurezza ed efficienza e rende quasi nulli gli interventi di classica manutenzione.

1/3

Le due aziende, che stanno testando il prototipo sull’elettrica Chevrolet Bolt, mirano a introdurre sul mercato una versione definitiva di questo innovativo pneumatico entro il 2024, puntando però a superare tutti i problemi che fino adesso affliggevano questa tipologia di pneumatici (impiegati solo a velocità limitata e su veicoli leggeri). Il nuovo pneumatico, infine, potendo essere riutilizzato fino a 5 o 6 volte semplicemente applicandovi nuovo battistrada, consentirà di abbattere il consumo di materie prime per la produzione di nuovi pneumatici e il consumo energetico per lo smaltimento di pneumatici usurati, con un notevole guadagno per l'ambiente e le tasche degli automobilisti.

Michelin Uptis

© RIPRODUZIONE RISERVATA