19 ottobre 2011

Mercedes nuova ML 2011 Dossier!

100 nuove immagini, video e il listino italiano pdf della terza generazione in un dettagliato dossier....

Intro

Gli aspetti più significativi sono i ridotti valori in termini di emissioni e consumi. L’intera gamma utilizza in media il 25% in meno di carburante, rispetto alle versioni precedenti. Degna di nota, a tal riguardo, è la ML 250 Biturbo BlueTEC 4MATIC, che nel ciclo di marcia europeo consuma 6,0 l/100 km (158 g CO2/km) ed è in grado di percorrere fino a 1.500 chilometri con un pieno secondo Mercedes.

 

Cliccando i bottoni in alto trovate uno schema riassuntivo dei motori con potenze, consumi, prestazioni e il listino ufficiale italiano pdf.

 

 

 

Frontale

Il frontale è dominato dalla mascherina del radiatore (con Stella al centro) la cui forma possente e sicura di sé sottolinea il carattere tipico di questo modello. Il nuovo design dei gruppi ottici risulta elegante, esclusivo e innovativo, in particolare con l'Intelligent Light System (ILS), disponibile a richiesta. Le luci diurne a LED sono integrate in un listello cromato all’interno del paraurti. L’ampia e più alta protezione sottoscocca dal “look cromato” si estende fino al bordo inferiore della mascherina del radiatore, sottolineando così l’aspetto imponente.

Profilo

Il profilo slanciato della fiancata sottolinea esteticamente la vocazione stradale della vettura, le cui proporzioni compatte sono definite dal passo lungo e dagli sbalzi ridotti. Il montante posteriore, che caratterizza la nuova Classe M, è ispirato alle precedenti generazioni e permette alla vettura di distinguersi nettamente dalla concorrenza. Al tal riguardo, il profilo del tetto che discende verso la coda sottolinea la sportività della nuova Classe M. Il cristallo laterale posteriore si inserisce nel lunotto senza che il montante risulti visibile, dando l’impressione di un design “scolpito dal pieno”, grazie anche ai gruppi ottici posteriori avvolgenti a LED con tecnologia in fibra ottica, suddivisi in due parti, e al tetto ribassato con ampio spoiler. Il paraurti, con protezione integrata del bordo di carico dal “look cromato” e con il nuovo “Wing-Design” caratterizza l'aspetto della coda del SUV. Ulteriori elementi dal “look cromato”, come il roof rail, i listelli sulla linea di cintura o la maniglia del bagagliaio, sottolineano l’impatto estetico di grande prestigio degli esterni.

Cerchi in lega

Per il mercato italiano sono previste due versioni: Sport e Premium. 

La gamma dei cerchi si estende dal leggero cerchio da 17 pollici (da 19 per il mercato italiano) aerodinamicamente ottimizzato fino ai cerchi eleganti e prestigiosi da 50,8 cm (20 pollici). I cerchi AMG a richiesta da 53,3 cm (21 pollici) sottolineano il look sportivo della nuova Classe M.

Spazio a bordo

Gli interni, ampi e luminosi offrono una libertà di movimento all’altezza dei gomiti decisamente superiore rispetto al modello precedente (più 34 millimetri anteriormente e più 25 millimetri posteriormente) e, di conseguenza, anche un’abitabilità maggiore. All’altezza della plancia, spicca l'ampia modanatura che prosegue formalmente nelle porte, creando un effetto avvolgente, particolarmente armonioso. Gli inserti, di grandi dimensioni e di forma tridimensionale, sono disponibili in quattro pregiate varianti, in legno o alluminio. In tal modo, gli interni della nuova Classe M Mercedes-Benz possono assumere un aspetto più elegante-esclusivo oppure più sportivo-moderno, a seconda dei gusti personali. Le maniglie delle porte e i pulsanti per la regolazione del sedile sono integrati con precisione artigianale negli inserti laterali. I pannelli centrali delle porte sono impreziositi da un’evidente cucitura, caratterizzata da un’estetica esclusiva, in abbinamento con il pacchetto sportivo.

 

Plancia

Il moderno cruscotto, con due strumenti circolari dal design chiaro e ben leggibile, nonché un ampio display da 11,4 cm collocato al centro dei due strumenti circolari incassati, si fa apprezzare per le forme eleganti.

La parte destra della plancia è dominata, al centro della vettura, dall’ampio monitor del COMAND. Il sistema di comando e di visualizzazione è stato riprogettato per soddisfare le massime aspettative in materia di ergonomia. Mercedes-Benz introduce sulla Classe M un’ergonomia ancora più evoluta, che in futuro sarà adottata su tutti i modelli. Uno dei dettagli a questo proposito riguarda la possibilità di raggiungere meglio la leva multifunzione alloggiata sul piantone dello sterzo. Tutte le leve sono ora ben visibili. La leva del TEMPOMAT è stata spostata in posizione inferiore.

 

Controller

 

Infotainment, navigazione e comunicazione si gestiscono in maniera intuitiva e molto semplice grazie al Controller in versione metallica, posizionato sulla console centrale. Le bocchette di aerazione angolate a sviluppo verticale fanno da cornice all’ampio monitor, rendendo visibili gli aspetti funzionali del SUV. Le bocchette di aerazione all’estremità sinistra e destra mostrano gli stessi contorni, ma a sviluppo orizzontale, creando così un aspetto di forte impatto estetico. Sulla console centrale è alloggiato il bracciolo con supporto per il polso integrato, mentre più davanti sono collocati il Controller e gli interruttori, ad esempio per i programmi Offroad. 

Sedili

I sedili della nuova Classe M sono progettati per assicurare un comfort elevato nei lunghi viaggi e la massima tenuta laterale. Tutti i principali parametri possono essere configurati elettricamente, come la regolazione dell’altezza, dell’inclinazione dello schienale e del cuscino anche in senso longitudinale. Un’ampia corsa di regolazione del sedile, di oltre 350 millimetri in senso longitudinale e di oltre 90 millimetri in altezza, assicura condizioni di seduta ottimali per il guidatore.

 

I sedili posteriori, dotati di bracciolo e portabevande, sono caratterizzati da un’elevata versatilità. Le novità sono costituite dalla regolazione dell’inclinazione dello schienale dei sedili posteriori e dalla possibilità di carico passante attraverso il bracciolo per il trasporto degli sci.

Ribaltando in avanti entrambi gli schienali e il piano di seduta, si crea un vano di carico piatto, con un volume di 2010 litri fino al cielo.

 

Per gli interni sono disponibili quattro colori: nero, beige almond, grigio alpaca e marrone tabacco/marrone castagno, che possono essere abbinati a un’ampia scelta di materiali come tessuto/pelle ecologica ARTICO, pelle ecologica ARTICO e pelle in sei diverse combinazioni cromatiche, mentre in abbinamento al pacchetto sportivo per gli interni, è possibile scegliere la combinazione microfibra DINAMICA e pelle ecologica ARTICO nera o pelle Nappa e pelle nera.

Audio

La nuova Classe M presenta di serie l'impianto Audio 20 CD, che comprende un’autoradio con doppio sintonizzatore, display a colori con una diagonale

di 14,7 cm, lettore CD compatibile MP3/WMA/AAC, interfaccia USB con visualizzazione della copertina del CD (se presente sul supporto di memoria), attacco Aux-In nel bracciolo oltre alla tastiera telefono. L’interfaccia Bluetooth permette di usufruire della funzione vivavoce e dello streaming audio per la trasmissione della musica.

 

A richiesta è possibile espandere l’Audio 20 CD con i seguenti componenti: CD-Changer da 6 CD, Media Interface, Sound System Surround “Logic7” degli audio-specialisti di harman/kardon®, radio digitale (DAB) o telefonia Comfort nel bracciolo. Particolarmente interessante è il Becker® MAP PILOT, un modulo di navigazione completamente integrato con rappresentazione cartografica 2D/3D dell'Europa. Questo apparecchio, disponibile anche come Accessorio Originale, viene alloggiato in un apposito supporto nel box portaoggetti ed azionato tramite il comando centrale dell’Audio 20 CD.

 

La navigazione viene visualizzata nel monitor centrale e nel quadro strumenti, mentre le indicazioni di guida sonore sono trasmesse attraverso gli altoparlanti della vettura. Il modulo comprende anche la segnalazione automatica delle code (TMC Pro) e l’inserimento di indirizzi con comando vocale. Gli aggiornamenti dei dati cartografici, del software gestionale e di ulteriori funzioni possono essere eseguiti attraverso il PC di casa, via Internet, in quanto il modulo è estraibile.

Comand online

Il sistema multimediale COMAND Online con monitor a colori ad alta risoluzione da 17,8 cm, offre per la prima volta l'accesso a Internet per la Classe M. I Clienti possono navigare liberamente a vettura ferma oppure richiamare un applicativo Mercedes-Benz, le cui pagine si caricano molto rapidamente e possono essere utilizzate facilmente anche durante la marcia.

 

Le applicazioni integrate comprendono la ricerca locale su Google™, l’accesso a Facebook (dall’11/2011), il servizio meteo e la possibilità di scaricare sia un itinerario precedentemente configurato sul PC tramite Google Maps ed inviato all'auto che le singole destinazioni, con la possibilità di trasferirli direttamente nel sistema di navigazione. Altri applicativi Mercedes-Benz saranno progressivamente introdotti in un secondo momento e potranno poi essere utilizzati da tutti i Clienti.

 

I telefoni cellulari compatibili con gli applicativi del COMAND Online sono riportati nel sito www.mercedes-benz.com/connect. Il COMAND è disponibile a richiesta con un DVD-Changer da 6 DVD. Il sistema comprende di serie lo Speed Limit Assist, in grado di riconoscere i segnali stradali visualizzando i rispettivi limiti di velocità nel quadro strumenti.

I motori

Al momento del lancio sul mercato della nuova Classe M, i modelli disponibili saranno tre: la ML 250 Biturbo BlueTEC 4MATIC con una potenza di 150 kW (204 CV) e una coppia di 500 Newtonmetri, caratterizzata da un consumo nel ciclo di marcia europeo estremamente basso pari a 6,0 l/100 km (158 g CO2/km). L’accelerazione da zero a 100 km/h avviene in 9,0 secondi e la velocità massima è di 210 km/h. La ML 350 BlueTEC 4MATIC è più brillante, ma con un consumo altrettanto contenuto di 6,8 l/100 km. Con una potenza massima di 190 kW (258 CV) e una generosa coppia di 620 Newtonmetri, il V6 diesel accelera da 0 a 100 km/h in 7,4 secondi e raggiunge una velocità massima di 224 km/h. La versione a benzina ML 350 4MATIC BlueEFFICIENCY da 225 kW (306 CV) vanta un consumo medio nel ciclo di marcia europeo di 8,5 l/100 km e raggiunge una velocità massima di 235 km/h.

Edition1

Le vetture Edition 1 limitate a pochi esemplari e lanciate sul mercato in occasione dell'introduzione di una nuova Serie fanno ormai parte della tradizione e sono particolarmente apprezzate dai Clienti. Nel caso della nuova Classe M, la Edition 1 comprende un pacchetto sportivo AMG per gli esterni con paraurti anteriore, grembialatura posteriore e rivestimenti sottoporta specifici in tono con la carrozzeria, nonché cerchi in lega AMG a 5 razze torniti con finitura a specchio da 50,8 cm (9 J x 20) e pneumatici 265/45 R 20. Il look sportivo-dinamico è completato dall’impianto frenante sportivo con dischi forati e speciali copri-pinze e dalle vernici metallizzate.

 

Gli interni sono caratterizzati da rivestimenti in pelle designo color marrone castagno o porcellana con cuciture di contrasto a forma di diamante. La pelle Nappa riveste anche la plancia, i pannelli centrali delle porte, la linea di cintura e la consolle centrale. La prestigiosa offerta è completata dal volante in pelle e legno con pelle Nappa e comandi al volante DIRECT SELECT, dagli inserti in frassino marrone o pioppo antracite lucido e dal cielo nero designo. Nella zona dei piedi sono disposti tappetini in velluto nero con speciali targhette designo in metallo. Dal punto di vista funzionale, gli interni sono impreziositi da un Pacchetto Memory, dai sedili riscaldabili anteriori, dai sidebag posteriori e dal riconoscimento automatico della presenza del seggiolino per bambini AKSE. La Classe M Edition 1 può essere abbinata a tutte le motorizzazioni, benzina e diesel.

ML 250 in dettaglio...

Sulla ML 250 Biturbo BlueTEC il V6 da 3,0 litri del modello precedente è stato sostituito dal parsimonioso quattro cilindri Euro 6, già apprezzato, tra l’altro, sulla Classe S.

 

La ML 350 BlueTEC è equipaggiata con un V6 da 3,0 litri ampiamente riveduto, anch'esso omologato Euro 6, che assicura prestazioni decisamente migliori a fronte di minori consumi. Questo incremento dell’efficienza è stato ottenuto, tra l’altro, grazie all’adozione dell‘innovativa tecnologia di metallizzazione ad arco elettrico LDS, ampiamente collaudata dal 2005 sui motori AMG ad alte prestazioni.

 

In seguito alle positive esperienze raccolte, Mercedes-Benz ha adattato questa tecnologia di rivestimento delle canne dei cilindri anche per il motore V6 diesel. Il procedimento diminuisce notevolmente gli attriti interni del motore, riducendo al tempo stesso il peso di 4,3 kg in quanto consente di eliminare le canne dei cilindri in ghisa grigia inserite nel blocco motore. I vantaggi sono significativi: solo grazie a questi interventi, il consumo di carburante si riduce del 3 percento circa.

  

Il modello a benzina ML 350 4MATIC BlueEFFICIENCYsfoggia, invece, la tecnologia della nuova generazione di motori BlueDIRECT, alla cui base ci sono l’iniezione diretta di benzina di terza generazione, con combustione a getto guidato e nuovi iniettori piezoelettrici con pressione di iniezione di 200 bar, l’accensione multipla “Multi Spark Ignition” (MSI) e un innovativo procedimento di combustione a carica stratificata. 

 

L’autonomia calcolata con un pieno è particolarmente significativa: con un consumo nel ciclo di marcia europeo di 6,0 l/100 km, la ML 250 Biturbo BlueTEC 4MATIC è in grado di percorrere, senza mai fare rifornimento, circa 1.170 chilometri, con il serbatoio di serie da 70 litri. Se equipaggiata con il serbatoio da 93 litri, disponibile a richiesta, è addirittura possibile percorrere una distanza di 1.500 chilometri tra una stazione di servizio e l’altra.

Affinamenti per migliorare l’efficienza....

Oltre alla tecnologia motoristica all'avanguardia, anche l'ampia gamma di soluzioni BlueEFFICIENCY contribuisce al raggiungimento dello straordinario risparmio di carburante. Tra queste rientrano, insieme alla funzione ECO start/stop di serie, il cambio automatico a 7 marce 7G-TRONIC PLUS con nuovo convertitore di coppia “Fuel-Economy”, i cuscinetti ad attrito ridotto e la gestione del calore dell’olio motore. Anche gli ingranaggi degli assi ad attrito ridotto, lo sterzo elettro-meccanico e gli pneumatici con bassa resistenza al rotolamento contribuiscono alla riduzione dei consumi.        

 

La trasmissione a cinghia ottimizzata con disaccoppiatore e il comando di tutte le pompe e di tutti i gruppi secondari, in funzione dell’effettiva necessità, riducono a loro volta il fabbisogno energetico della nuova Classe M. La pompa dell’olio e quella dell’acqua del motore, nonché la pompa del carburante, posizionata nella parte posteriore della vettura, sono attivate solo in base agli effettivi carichi. La stessa logica di gestione viene impiegata sul climatizzatore automatico e sul COMFORTMATIC: in questi casi, il compressore del liquido di raffreddamento funziona solo in caso di necessità. Anche l’impianto di scarico con depurazione dei gas di scarico SCR (Selective Catalytic Reduction), ottimizzato in funzione dei flussi e della contropressione, riveste un’importanza determinante nei motori diesel.

 

Grazie all’impiego di materiali leggeri, gli ingegneri responsabili dello sviluppo sono riusciti a mantenere invariato il peso della nuova Classe M rispetto al modello precedente, nonostante l’equipaggiamento aggiuntivo. I bracci dell’asse anteriore e di quello posteriore, ad esempio, così come il cofano motore e i parafanghi sono realizzati con leghe in alluminio tanto leggere quanto resistenti, mentre la traversa della plancia è in magnesio.

Aerodinamica

Con un coefficiente di resistenza all’aria Cx = 0,32, la nuova Classe M  (ML 250 Biturbo BlueTEC) stabilisce, inoltre, un nuovo record in questa categoria di vetture (resistenza aerodinamica complessiva Cx x A = 0,92 m2, modello precedente 0,94 m2). Le approfondite simulazioni effettuate nell’ambito del “prototipo digitale” e l’attività di affinamento svolta nella galleria del vento hanno permesso di perfezionare il flusso dell’aria lungo la vettura. Gli elementi decisivi che hanno consentito di ottenere un ridotto coefficiente di resistenza all’aria sono la forma aerodinamica del corpo vettura (con una conformazione ottimale del paraurti anteriore con spoiler integrato), dei montanti anteriori, dello spoiler sul tetto, oltre a numerose migliorie di dettaglio, che comprendono:

 

  • zona della mascherina del radiatore sigillata con "apertura a feritoie"
    della ventola regolabile
    • fughe divisorie sigillate tra cofano motore e gruppi ottici
    • spoiler per le ruote anteriori
    • feritoie di uscita dell’aria nei rivestimenti dei passaruota anteriori
    • alloggiamenti degli specchi retrovisori di nuovo sviluppo
    • spoiler sul tetto ottimizzato
    • spoiler laterale sul lunotto (ML 250 Biturbo BlueTEC 4MATIC)
    • rivestimento del sottoscocca e del vano motore
    • cerchi in lega aerodinamicamente ottimizzati (versioni diesel).

Assetto

L’assetto della Classe M con sospensioni meccaniche dispone per la prima volta di un sistema di sospensioni selettive: viaggiando ad andatura normale, su strade con poche curve o nella marcia in fuoristrada a bassa velocità, il sistema reagisce con morbidezza, migliorando così la sensazione di benessere degli occupanti e le prestazioni in fuoristrada. Per far sì che i livelli di comfort rimangano invariati, anche in presenza di una guida più grintosa o in caso di improvvise manovre di scarto, gli ammortizzatori adottano un funzionamento più rigido, garantendo così un’elevata stabilità di marcia. Il guidatore della Classe M è supportato, inoltre, dallo sterzo elettro-meccanico, che garantisce la servoassistenza ottimale a seconda della situazione di guida. I parcheggi e le manovre in fuoristrada diventano così un gioco da ragazzi, perché il sistema mette a disposizione la servoassistenza massima. A tal riguardo, inoltre, il SUV spicca per il diametro di volta più piccolo del segmento: per effettuare un’inversione a U basta un diametro di soli 11,80 metri. La servoassistenza diminuisce con l’aumentare della velocità, al fine di aumentare la stabilità di

Fuoristrada

Per affrontare i percorsi in fuoristrada, i modelli ML 350 BlueTEC 4MATIC e ML 350 4MATIC BlueEFFICIENCY sono equipaggiati di serie con un ampio programma Offroad, che permette di espandere notevolmente le potenzialità sui terreni impraticabili. Oltre alla trazione integrale permanente 4MATIC e alla gestione elettronica della trazione 4ETS, include il pulsante Offroad, che attiva uno speciale programma di marcia fuoristrada:

 

  • le soglie di slittamento delle ruote e i punti di innesto del
    7G-TRONIC PLUS vengono innalzati per migliorare la trazione
  • la curva caratteristica del pedale dell'acceleratore più piatta consente
    un dosaggio più sensibile
  • l’ABS Offroad ottimizza il comportamento di frenata sui terreni
    sconnessi.

 

Il sistema di assistenza in fase di spunto aiuta il guidatore nelle partenze in salita, mentre la funzione HOLD impedisce che la vettura inizi a muoversi involontariamente. Grazie all’ausilio alla marcia in discesa (Downhill Speed Regulation, DSR), la Classe M mantiene automaticamente la velocità impostata tramite la leva del TEMPOMAT.

 

Chi predilige a bordo della Classe M la guida al di fuori delle strade asfaltate, può affidarsi al pacchetto ON&OFFROAD a richiesta.

Il pacchetto ON&OFFROAD

Il pacchetto ON&OFFROAD della nuova Classe M ottimizza, grazie a sei programmi di marcia, la dinamica e la sicurezza di guida, perché mette a disposizione la gestione ottimale della trazione in funzione delle diverse condizioni di esercizio su strada e in fuoristrada: sono disponibili un programma automatico, due speciali programmi offroad e tre programmi stradali.

 

La selezione avviene tramite una manopola girevole collocata nella console centrale, che modifica le impostazioni delle sospensioni pneumatiche AIRMATIC e della catena cinematica, in funzione delle specifiche esigenze.
Qui di seguito i dettagli dei sei programmi.

 

  • Automatic - copre l’ampia fascia dell’utilizzo quotidiano
  • Offroad 1 - fuoristrada leggero, piste, strade di campagna
  • Offroad 2 - fuoristrada impegnativo con passaggi “da arrampicata”
  • Winter - guida in condizioni stradali invernali con neve, ghiaccio,
    formazione di ghiaccio sul fondo stradale dopo una pioggia o con
    catene 
  • Sport - guida sportiva su strade ricche di curve  
  • Rimorchio - ottimizza lo spunto, le manovre e il comportamento in
    frenata durante la guida con rimorchio. 

 

Nonostante le molteplici possibilità, il guidatore non perde mai di vista l’orientamento: le impostazioni sono intuitive e il programma di marcia selezionato viene visualizzato sia sul display multifunzione che attraverso il monitor del COMAND, con qualità equiparabile a quella di foto reali. A prescindere dal programma di base impostato, è possibile regolare singolarmente il rapporto di riduzione, il differenziale, il DSR o la regolazione di livello dell’AIRMATIC. Come nel caso delle impostazioni di base del pacchetto ON&OFFROAD, anche qui il guidatore è praticamente a prova di errore, poiché eventuali impostazioni illogiche, che potrebbero influenzare negativamente la stabilità di marcia, la sicurezza e la spinta di avanzamento, sono escluse in partenza: nel dubbio, il sistema attiva la modalità automatica.

 

Per quanto riguarda l’“hardware”, il pacchetto ON&OFFROAD comprende una protezione sottoscocca, un convertitore di coppia a doppio stadio con rapporto di riduzione, un differenziale autobloccante longitudinale e funzioni ampliate dell’AIRMATIC, che consentono un’altezza libera dal suolo pari a un massimo di 285 millimetri nonché una profondità di guado di 600 millimetri.

Sicurezza

Sulla nuova Classe M la filosofia del marchio Mercedes-Benz è stata applicata in base al concetto di sicurezza globale REAL LIFE SAFETY, prevalentemente ispirato alla reale dinamica degli incidenti. La cellula dell’abitacolo ad elevata resistenza della Classe M rappresenta, in combinazione con le zone di deformazione anteriori e posteriori, una solida base per i sistemi di protezione dei passeggeri.

 

La struttura frontale, caratterizzata da un elevato potenziale di assorbimento di energia, è sostanzialmente formata dalla paratia anteriore e da due livelli di longheroni, i cui sostegni si trovano all’altezza dei montanti anteriori. Due supporti verticali collegano i due livelli di longheroni al fine di innalzare ulteriormente la resistenza alla deformazione. La resistenza e la rigidità torsionale del pianale necessarie sono assicurate da una stabile struttura portante, composta da un tunnel centrale separato e da longheroni laterali separati collocati a sinistra e a destra della paratia laterale con traverse applicate sul pianale, nonché da una traversa di collegamento verso il montante centrale per il supporto della struttura frontale.

 

Il gruppo ad alta resistenza della fiancata comprende, oltre ai longheroni sopra descritti e all’intelaiatura laterale del tetto, i montanti anteriori a due gusci con un rinforzo interno in acciaio ad altissima resistenza. In caso di collisione laterale, la massima stabilità della cellula dell’abitacolo è assicurata dalla traversa sotto al parabrezza, la traversa tra i longheroni che passa sopra il pianale all’altezza della pedaliera, la traversa in acciaio ad altissima resistenza sotto il sedile lato guida, la traversa sotto alla plancia, realizzata con una rigida lega di magnesio, e dall’intelaiatura anteriore del tetto. Grazie al posizionamento del serbatoio carburante davanti all’asse posteriore e del relativo bocchettone sopra l’asse posteriore, nella parte posteriore si ha a disposizione una zona di deformazione sufficiente per conseguire un’elevata capacità di assorbimento dell’energia in caso di tamponamento, ottenuta, soprattutto, grazie al longherone posteriore scatolato. 

Il complesso sistema di ritenuta è in grado di offrire un potenziale protettivo elevatissimo. Fino a nove airbag, che vengono opportunamente attivati a seconda della tipologia dell’incidente e della relativa gravità, possono ridurre
le sollecitazioni degli occupanti. Qui di seguito i singoli componenti.

 

  • Airbag adattivi anteriori a due stadi di attivazione
  • Kneebag lato guida
  • Sidebag anteriori (airbag torace-bacino combinati)
  • Sidebag posteriori a richiesta
  • Windowbag sopra entrambe le file di sedili dal montante anteriore
    fino a quello posteriore
  • Cinture di sicurezza a tre punti su tutti e cinque i sedili
  • Pretensionamento pirotecnico, limitazione costante della forza di
    ritenuta e pretensionamento reversibile elettrico delle cinture anteriori, pretensionatore e limitatore monostadio della forza di ritenuta per i sedili posteriori esterni
  • Sistema di fissaggio del seggiolino per bambini ISOFIX
  • Regolazione in altezza delle cinture anteriori
  • Segnalazione cintura posteriore non allacciata nel quadro strumenti
  • Riconoscimento automatico della presenza del seggiolino per bambini
    AKSE (a richiesta) con disattivazione dell'airbag passeggero anteriore
    in abbinamento con gli speciali seggiolini per bambini Mercedes-Benz


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime