a cura di Redazione Automobilismo - 15 febbraio 2018

Mercedes-AMG G 63: il ruggito di Affalterbach

La versione più sportiva della recente Classe G farà il suo debutto in società forte di ben 585 CV e 850 Nm.

Alla kermesse svizzera potremo vederla dal vivo ma la Casa della Stella ha pensato bene di divulgare con un po' di anticipo le immagini ufficiali della nuova fuoristrada sportiva così da ingolosire ancora di più il pubblico di appassionati e i futuri potenziali clienti. Come tutte le altre Geländewagen anche questa versione pepata dall'atelier di Affalterbach riprende in toto le novità viste di recente sulle nuove Mercedes Classe G presentate al Salone di Detroit. Quindi ritroviamo una estetica leggermente aggiornata, interni nettamente più digitali, tecnologici e curati e un telaio che mantiene la struttura a longheroni.

Imponente e cattiva

Detto questo però la nuova Mercedes-AMG G 63 sarà facilmente distinguibil rispetto alle classiche Geländewagen. La griglia anteriore ridisegnata, i paraurti specifici con prese d'aria maggiorate, i cerchi in lega con diametro da minimo 20 pollici, i badge “V8 biturbo”, le pedane laterali cromate, i generosi e allargati passaruota e gli immancabili quattro terminali di scarico (due per lato) posti lateralmente sotto le già citate pedane cromate sapranno rendere questa fuoristrada "tutto pepe" riconoscibile anche a un occhio inesperto.

Tecnologica e confortevole

Negli interni, invece, sarà più difficile rendersi conto di trovarsi alla guida della variante AMG con la plancia che, come per le altre versioni della nuova generazione, è impreziosita ora da un doppio schermo digitale da 12,3" per il quadro strumenti e il sistema di infotainment, l'abitacolo è cosparso di morbido pellame e inserti in fibra di carbonio e la postazione di guida vanta un volante sportivo tagliato nella parte bassa e altri dettagli dal profumo prettamente racing.

Meccanica sopraffina

Ma quello che farà veramente battere il cuore di tutti i patiti delle elevate prestazioni sarà il poderoso propulsore che giace sotto l'imponente cofano anteriore. In luogo del precedente V8 da 5.5 litri turbocompresso ora trova posto il nuovo V8 da 4.0 litri biturbo benzina in grado di erogare la bellezza di 585 CV a 6.000 giri/min e 850 Nm tra i 2.500 e i 3.500 giri/min. Tale propulsore, assemblato a mano dai tecnici di Affalterbach e già utilizzato su altri modelli AMG, permette alla nuova Mercedes-AMG G 63 di archiviare la pratica dello 0-100 km/h in appena 4,5 secondi e di raggiungere una velocità massima di 220 km/h (240 km/h nelle versioni con Driver's Package) a dispetto delle generose dimensioni e del peso non proprio da sportiva (2.485 kg).

Sotto pelle

Abbinato al "mostruoso" propulsore vi è il cambio automatico 9G Speedshift TCT AMG con 9 rapporti e la trazione integrale 4Matic Performance AMG con ripartizione della coppia prevalente al posteriore (40:60). Già perché la fuoristrada di Affalterbach avrà pur le prestazioni di una sportiva ma non dimentica la sua indole da vera fuoristrada. Completano il pacchetto lo sterzo parametrico elettromeccanico, i tre differenziali bloccabili elettromeccanicamente, le marce ridotte Low Range, l'assetto a controllo elettronico Ride Control AMG, gli ammortizzatori adattivi e le modalità di guida del Dynamic Select.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime