Mercato auto: a ottobre nuovo profondo ribasso

Dopo il leggero rialzo a settembre, realizzato grazie ai numerosi incentivi, a ottobre le vendite auto in Europa fanno segnare un nuovo e importante segno negativo.

1/9

Neanche il tempo di riprendersi dalla prima ondata della pandemia e godersi i primi timidi segnali positivi, avuti a settembre grazie alla forte iniezione di liquidità promossa dagli incentivi auto, che ecco i primi forti segnali negativi sul mercato auto, scatenati dalla seconda ondata di Coronavirus (Covid-19). Dopotutto bisognava aspettarselo, da un lato le pesanti ma necessarie misure di contenimento della diffusione del virus, che hanno portato a forti limitazioni agli spostamenti e alla chiusura di numerose attività commerciali e industriali, e dall’altro la forte crisi economico sanitaria, che non fa ben sperare per il futuro e non permette a buona parte delle famiglie di affrontare spese ingenti come l’acquisto di una nuova auto, hanno portato il mercato dell’auto in Europa a far segnare un nuovo e importante tracollo. A ottobre, infatti, le nuove immatricolazioni auto in Europa sono crollate del 7,8%, un tonfo che segue quei seppur timidi segnali di ripresa che si erano registrati a settembre grazie ai numerosi incentivi.

Sono questi i dati emersi dal consueto rapporto ACEA (Associazione Costruttori Europei di Automobili), che mettono in primo piano il calo complessivo del mercato dall’inizio dell’anno, pari a -26,8% dall’inizio del 2020 con quasi tre milioni di immatricolazioni in meno rispetto ai primi dieci mesi del 2019, e -7.8% negli ultimi trenta giorni con quasi un milione di auto omologate in meno. I paesi che hanno registrato i risultati peggiori sono anche quelli maggiormente colpiti dalla seconda ondata dell’epidemia di Coronavirus: Spagna (-21%), Francia (-9.5%), Germania (-3.6%) e Italia (-0.2%) se si guarda ai soli ultimi 30 giorni oppure Spagna (-36.8%), seguita dall’Italia (-30.9%), dalla Francia (-26.9%) e dalla Germania (-23.4%) se ci si raffronta allo stesso periodo dello scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News