McLaren: previsto un taglio di 1.200 posti di lavoro

Oltre un quarto degli occupati della forza lavoro perderà il lavoro a causa del duro impatto della crisi economico sanitaria scatenata dal Coronavirus (Covid-19).

1/6

Stando alle ultime indiscrezioni trapelate in rete la McLaren sarebbe in procinto di mettere in atto una consistente ristrutturazione aziendale per far fronte alla pesante crisi economico sanitaria innescata dal Covid-19. Tale intervenuto interesserà tutti i rami dell’azienda, compresa la divisione sportiva, e punterà a tagliare oltre un quarto dell’attuale forza lavoro che si attesta intorno ai 4.000 dipendenti. Un provvedimento pesante che si traduce nella perdita di ben 1.200 posti di lavoro.

Per il costruttore inglese non vi era altra possibilità di azione. “È una misura che abbiamo cercato di evitare lavorando duramente, avendo già intrapreso iniziative per il contenimento dei costi in tutte le aree del nostro business” ha detto il presidente esecutivo della Casa di Woking, Paul Walsh. Si è reso però necessario visto la forte crisi economica e a seguito di una concatenazione di eventi sfavorevoli: non solo la sospensione forzata delle attività produttive e delle vendite in tutto il mondo durante il lockdown, ma anche la cancellazione dei grandi eventi sportivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News