PRIMO CONTATTO: GRECALE, IL NUOVO SUV MASERATI

Debutterà nella primavera 2022 il nuovo Suv ad alte prestazioni della Casa del Tridente. Abbiamo provato in anteprima sulla pista di Balocco un esemplare di preserie equipaggiato con il 2,0 litri turbo a benzina mild-hybrid da 300 Cv e 5,6” nello 0-100 km/h : un motore esuberante e reattivo non appena non appena si decide di forzare il ritmo, ben assecondato da un assetto che colpisce nel segno sui tracciati misti, con inserimenti in traiettoria sempre molto rapidi...

1/19

Suv, ma prima di tutto, e soprattutto, una Maserati al cento per cento: guidarla per credere. In attesa del lancio, posticipato per causa di forza maggiore (la ben nota crisi dei microchip) alla primavera 2022, la Casa del Tridente ci ha organizzato in pista a Balocco un primo, ma già eloquente assaggio di come va, e di quanto sia coinvolgente farlo, il nuovo Grecale.

L’esemplare del test, come avrete notato dalle foto, non era ancora quello definitivo, ma di preserie: quindi carrozzeria camuffata da coperture adesive, come si usa fare, anche per gli interni, per i prototipi impegnati nei collaudi. Scelte inevitabili: a Balocco non si va per valutare il design di una vettura e la qualità esecutiva e tecnologica degli interni, ma per mettere alla prova, come abbiamo fatto noi con il supporto dei collaudatori della Casa, il comportamento dinamico di un nuovo modello.

Per il test, Maserati ha scelto un tracciato tanto tortuoso quando impegnativo: il circuito di prova delle Langhe, con il suo asfalto ondulato e curve di raggio diverso. A disposizione della prova la versione equipaggiata con un propulsore 2.0 turbo accoppiato a un compressore elettrico alimentato da una batteria agli ioni di litio a 48 volt per una potenza massima di 300 Cv: si tratta dello stesso powertrain, omologato ibrido, in dotazione alla Ghibli e al Suv Levante, di cui Grecale è più corto di 16 cm, per una lunghezza complessiva di 4,85 metri.

Fin dai primi chilometri sul tracciato, Grecale rivela senza incertezze di che pasta sia fatto: nei cambi di direzione la tenuta di strada e la prontezza, oltre alla fedeltà, con cui le ruote anteriori seguono la traiettoria impostata sono davvero sorprendenti.

Vien voglia di forzare il ritmo, a maggior ragione dopo aver settato le sospensioni nella taratura più sportiva, mentre la consistenza dello sterzo ripaga con tanto feeling al crescere della velocità, quando anche l’impianto frenante colpisce con spazi di arresto molto contenuti e un pedale poco cedevole, decelerazioni più forti comprese. Il motore, per parte sua, accoppiato a una trasmissione automatica a 8 rapporti, entusiasma sia per reattività sia per le prestazioni: 240 km/h la velocità massima dichiarata, con accelerazione da 0 a 100 in 5,6”.

Feeling speciale

Te la senti subito questa nuova Maserati, è pronta nell’andare al punto di corda e lo sterzo ha pochissimi filtri, oltre a non essere leggero e inconsistente come nella maggior parte delle sport utility di ultima generazione. Grecale invita alla guida brillante perché dà tanta confidenza, le sue reazioni sono prevedibili e la tenuta di strada è elevatissima. Viene voglia di scoprire fino a che punto questa vettura possa arrivare, ma quando a metà curva si affonda il piede destro e si sente la coda scivolare progressivamente verso l’esterno si

capisce quanto Grecale sia differente da molte e blasonate concorrenti.

E’ una Maserati veloce, precisa e sicura, ma al tempo stesso riesce benissimo a divertire alla guida, senza per questo rinunciare alle caratteristiche più tipiche e molto apprezzate dei Suv. Le dimensioni esterne, infatti, sono generose: Grecale è lungo 4.846 millimetri con un passo di 2.901, alto 1.670, largo 2.163 mm (specchietti inclusi) e con una carreggiata posteriore di 1.948 ha un marcato aspetto sportivo, senza per questo sacrificare, appunto, il comfort che, anche nell’abitabilità posteriore, raggiunge livelli degni di nota. Nella versione Mild Hybrid Grecale abbina al motore termico a 4 cilindri un sistema mild hybrid da 48 volt. Maserati ha scelto una soluzione ibrida che punti soprattutto a migliorare le prestazioni, riuscendo al tempo stesso a ridurre i consumi.

Il sistema ibrido Maserati è costituito da quattro elementi: BSG, batteria a 48 volt, eBooster e un convertitore DC/DC. Il BSG (Belt Starter Generator) che svolge la funzione di un alternatore, va a caricare la batteria posta nel vano baule che a sua volta serve per alimentare l’e-booster di cui è dotato il motore. Motore che si presenta come un motore a doppio compressore, dove a quello termico viene abbinato l’e-booster azionato o dal BSG o attraverso la batteria. Lo scopo della presenza di un compressore elettrico sulla vettura è quello di andare a compensare la mancata erogazione di un turbo compressore classico nei primi giri del motore quando entra in azione la spinta elettrica.

1/14

Quattro modalità di guida

Per rendere ancora più immediata l’esperienza di guida Grecale GT propone quattro diverse modalità di guida: Comfort, GT, Sport e Off-Road, selezionabili agendo su un selettore rotativo alloggiato sulla razza destra del volante.

Comfort è la modalità di guida ideale per i tutti i giorni, in grado di garantire la massima fruibilità e il massimo comfort in ogni condizione di guida, anche le più insidiose con meno aderenza. I controlli dinamici sono impostati sul settaggio più conservativo, il boost del motore consente un’erogazione molto fluida e migliora l’efficienza massima, mentre il feeling di cambiata è maggiormente confortevole.

Le sospensioni sono orientate al massimo comfort e il servosterzo elettrico è impostato per garantire il massimo piacere di guida senza sforzo. In modalità GT la risposta all’acceleratore permette una progressione strutturata senza compromettere l’efficienza. L’Impostazione del cambio è regolare e fluida. Il boost del motore è settato su livello medio. Il kick down e la sensibilità del pedale sono moderate.

Il sound motore è esaltato dal sistema di scarico a valvole elettroniche e dall’impianto audio che valorizza le frequenze motore ad alti regimi. In Sport la reattività e la conseguente risposta del cambio sono impostati per le massime prestazioni, con cambiate rapide e nette. Le valvole di scarico attive massimizzano la sonorità di scarico conferendo la massima sportività. La posizione di guida viene abbassata di 15 mm in modalità “Aero 1” e il volante è impostato in modalità sport con una maggiore prontezza e precisione. Infine Off-Road: è la modalità che migliora le prestazioni su tutti i terreni e il controllo di guida, l’efficienza è leggermente ridotta rispetto alle modalità Comfort e GT.

Le logiche del cambio massimizzano lo sfruttamento della curva di coppia a regimi maggiori, migliorando le capacità di disimpegno e la stabilità sui terreni più accidentati. L'impostazione dell'altezza di marcia è regolata su "Offroad" a +20 mm. Per ostacoli più impegnativi, l’altezza vettura può essere ulteriormente portata fino a +30 mm rispetto alla configurazione Normal. Le sospensioni ad aria saranno opzionali sulle versioni Mild Hybrid.

L’altezza delle molle ad aria è strettamente correlata al drive mode utilizzato. Cinque livelli di regolazione delle sospensioni, selezionabili dall’utente e collegati ai drive mode. L’escursione totale delle sospensioni ad aria è di 65 mm. Dalla modalità normale, le sospensioni vanno da un minimo di -35 mm della modalità park ad un massimo +30 mm nella modalità Off-road. Quando la vettura è in modalità PARKING, infine, l’altezza viene regolata per rendere agevole scendere dalla vettura.

1/19

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA