Maserati Grecale: a oggi cosa sappiamo?

Entrerà in produzione a Cassino a ottobre 2021 ma la nuova Suv di taglia medio grande, realizzata sulla piattaforma Giorgio, sta già facendo parlare molto di se.

Alla presenza di Carlo Tavares, nuovo Ceo del neonato colosso Stellantis, nello stabilimento di Cassino hanno preso il via le procedure di assemblaggio della Maserati Grecale, la nuova Suv di taglia medio grande della Casa del Tridente. Realizzata sulla piattaforma Giorgio, la stessa adottata da Alfa Romeo Giulia e Stelvio, dovrebbe arrivare nelle concessionarie entro la fine del 2021 ma sta già facendo parlare molto di se. Nei giorni scorsi è uscito quindi dalla catena di montaggio l’esemplare zero e via via ne verranno prodotti altri che, debitamente camuffati, serviranno a Maserati per i consueti collaudi in strada prima della messa in produzione del modello definitivo.

Lunga circa 480 centimetri, la Maserati Grecale sarà una Suv medio grande leggermente più piccola dell’attuale Maserati Levante. Sotto il cofano dovrebbero palesarsi motori benzina sia 4 cilindri da 2.0 litri che 6 cilindri a V da 3.0 litri di cilindrata. Nel primo caso grazie al sistema mild hybrid a 48 Volt la potenza dovrebbe toccare quota 330 CV mentre nel secondo caso l’unità dovrebbe essere nientemeno che la nuova Nettuno della MC20. Nulla però è ancora stato confermato anche se le indiscrezioni parlano anche della possibilità di una variante completamente elettrica con batteria da 90 kWh e sistema di ricarica a 800 volt. Diretta concorrente della Porsche Macan, la Maserati Grecale dovrebbe attaccare il listino con un prezzo base di circa 65.000 o 70.000 euro che, speriamo con tutto il cuore, possa comprendere un completo e moderno sistema multimediale oltre a sistemi di assistenza alla guida di ultimissima generazione.

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News