a cura di Redazione Automobilismo - 10 aprile 2019

Limite a 150 km/h in autostrada? Toninelli dice no!

Il Ministro dei trasporti va contro la proposta di innalzamento del limite, affermando che l'eccesso di velocità è una delle cause di morte, feriti e incidenti sulle strade.
1/3

Nel corso di una conferenza sulla mobilità sostenibile il Ministro per le Infrastrutture ed i Trasporti, Danilo Toninelli, non ci sta e "tuona" che la proposta di alzare il limite di velocità da 130 a 150 km/h nelle autostrade che abbiano i requisiti adatti (3 corsie più quella d’emergenza, asfalto drenante e Tutor) non avrà mai attuazione, mettendo fine alle speranze di tutti coloro i quali puntavano tanto su questo possibile cambiamento di legge.

Questione di sicurezza

La motivazione è presto detta: l'eccesso di velocità è una delle cause di morte, feriti e incidenti sulle strade. Ecco perché il Ministro Toninelli e il Movimento Cinque Stelle,partito di cui il Ministro fa parte, sono sempre stati contrari e lo sono tutt'ora all'innalzamento del limite di velocità, non ritenendolo oltretutto utile a nessuno scopo. Secondo il Ministro, infatti, vi sarebbero già troppi incidenti mortali sulle nostre strade e un limite di velocità più alto non farebbe altro che accentuarli.

Limiti vetusti

Di idee completamente opposte è il presidente della commissione Trasporti della Camera, il leghista Alessandro Morelli, che qualche mese fa si era così espresso: "le auto di oggi sono dotate di strumenti sofisticatissimi, dalla frenata assistita al regolatore di velocità adattativo. A mio avviso non ha più senso mantenere limiti di velocità che oggi possono essere inutilmente severi in quanto figli di una diversa stagione. Di conseguenza spostare il limite a 150 km/h potrebbe migliorare il traffico ed i tempi di percorrenza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News