a cura di Redazione Automobilismo - 01 October 2018

L’Assia combatte il divieto alla circolazione dei diesel in Germania

Uno dei Land più ricchi e importanti della Germania non ci sta al blocco dei diesel più vecchi nella città di Francoforte.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5

    L’Assia ha deciso di ricorrere alle vie giudiziarie per impedire alla città di Francoforte come ad altre città della Germania di bloccare la circolazione alle auto diesel all’interno di questi importanti centri urbani. La controversia sui divieti alla circolazione dei mezzi diesel nelle città tedesche non è una novità. Dopo le decisioni di Amburgo, Aquisgrana, Dusseldorf e Stoccarda di bloccare tutti i modelli alimentati da motori diesel non Euro 6, numerose azioni legale sono state intraprese per rendere queste leggi non valide. Purtroppo però le molte municipalità che hanno preso queste decisioni con l’unico scopo, a detta loro, di abbattere le sostanze nocive all’interno dei centri abitati, possono fare affidamento sulla recente sentenza della Corte Federale di Lipsia che a febbraio ha autorizzato i divieti e a maggio ha respinto i ricorsi presentati dai Land del Baden-Württemberg e del Nord Reno-Westfalia.

    L’Assia combatte il divieto alla circolazione dei diesel in Germania

    Il Governo dell’Assia per l’appunto intende procedere per via legale per impedire che un centro finanziario importante come la città di Francoforte possa decidere di impedire la circolazione dei veicoli a gasolio più vecchi sulle strade del suo centro urbano. Con questa decisione, infatti, la città tedesca vorrebbe ridurre l’ingresso al centro abitato a un numero consistente di vetture a gasolio Euro 4 ed Euro 5, vetture in buona parte in possesso dei numerosi pendolari che ogni mattina raggiungono il polo finanziario tedesco per iniziare la giornata lavorativa. Il Governo dell’Assia però non ci sta e ha dichiarato guerra a questa decisione affermando che per abbattere l’inquinamento urbano servirebbero ben altre soluzioni e non il blocco esclusivo delle vetture a gasolio più inquinanti. Si dovrebbe, infatti, varare un pacchetto di misure mirato, come la distribuzione di autobus elettrici, la costruzione di piste ciclabili migliori e più offerte di park-and-ride, che avrebbero lo stesso effetto del divieto ai diesel.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime