La Maserati Ghibli dice addio al diesel

Al suo posto un 2.0 litri 4 cilindri turbo benzina con tecnologia mild hybrid e compressore elettrico da ben 330 Cv.

1/10

La Casa del Tridente ha finalmente svelato i dettagli tecnici della Model Year 2021 della sua Maserati Ghibli. Tale aggiornamento non solo porterà un upgrade a un modello esclusivo come la Ghibli ma rappresenterà anche per la Casa modenese un passaggio importante, determinando di fatto l’ingresso nel mondo dell’elettrificazione. La prima cosa che non passa di certo inosservata è che nell’elenco delle motorizzazioni che equipaggeranno la futura Maserati Ghibli non vi è più spazio per le unità a gasolio, le quali saranno, invece, soppiantate da una nuova unità mild-hybrid (ibrido leggero) a 48 Volt. Si tratta nello specifico di una nuova unità da 2.0 litri 4 cilindri turbo benzina che, grazie all’aiuto del sistema ibrido e della “doppia” sovralimentazione, è in grado di erogare la bellezza di 330 Cv.

Addio quindi al ben noto 3.0 litri V6 turbodiesel per lasciare spazio a questa nuova creatura del Maserati Innovation Lab di Modena in grado di contenere consumi ed emissioni pur senza privare i diretti possessori delle ben note prestazioni e piacere di guida dei modelli Maserati. Per farlo non si poteva fare altro che ricorrere al sistema mild-hybrid a 48 Volt con batteria agli ioni di litio con 500 Wh (ovvero 0,5 kWh) di capacità per migliorare l’efficienza del propulsore termico, incrementare le fasi di veleggio e di recupero dell’energia cinetica e sostenere il motore in tutte quei momenti di maggior carico a bassi regimi.

Come se non bastasse però il nuovo motore a benzina verde si fregia anche della sovralimentazione elettrica o meglio di un compressore elettrico in grado di supportare in fase di spunto e ai bassi regimi il comune turbocompressore a gas di scarico, cercando in questo modo di eliminare i ritardi di risposta alla pressione sul pedale del gas e migliorando quindi consumi ed emissioni inquinanti. Compressore elettrico che non facendo affidamento sui gas di scarico caldi trae sostentamento dall’impianto elettrico a 48 Volt del sistema ibrido e dalla sua batteria agli ioni di litio. Forte, infine, del cambio automatico con convertitore di coppia e 8 rapporti e della trazione integrale Q4, il nuovo motore è in grado di regalare accelerazioni simili a quelle erogate dalle motorizzazioni V6 a benzina da 350 CV.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News