Redazione Automobilismo - 20 gennaio 2017

Per l'Europa la Stinger avrà un turbodioesel

Dopo il debutto al salone di Detroit, la nuova berlina sportiva Kia si appresta a sbarcare anche in Europa.

Per l'europa la stinger avrà un turbodioesel

Kia sceglie Milano, la capitale della moda e del design, per presentare in anteprima europea la sua nuova ammiraglia sportiva Stinger, in questi giorni protagonista del debutto assoluto al Naias di Detroit. Una berlina dal carattere Gran Turismo e dallo stile originale che unisce passione alla tradizionale razionalità che contraddistingue i prodotti del marchio coreano. Entro fine anno sbarcherà in Italia e nel Vecchio Continente con una motorizzazione Diesel, valida alternativa ai benzina V6 twin-turbo di 3,3 litri da 365 CV e 2.0 turbo da 255 CV che caratterizzanno soprattutto l’offerta americana. Il propulsore a gasolio di Stinger è un’evoluzione del 4 cilindri turbodiesel della Sorento, ma in questo caso montato longitudinalmente. Si tratta di un 2.2 CRDi (anche 4x4) da 202 CV a 3.800 giri e 441 Nm di coppia tra 1.750 e 2.750 giri che consente alla sportiva di raggiungere una velocità massima di 225 km/h e di accelerare da 0 a 100 orari in 8,5 secondi, a fronte di consumi contenuti e di emissioni di CO2 limitate. Le dimensioni sono analoghe alla variante americana con lunghezza di 4,83 metri, larghezza di 1,87 metri e passo di quasi 3 metri. Sono di serie cerchi in lega da 17 pollici (a richiesta fino a 19) e le sospensioni indipendenti MacPherson all’anteriore e indipendenti a doppio braccio oscillante al posteriore. Esteticamente, la Stinger si ispira alla Kia GT concept del 2011, frutto del centro design europeo di Francoforte. La Stinger, quattro porte e cinque comodi posti, entrerà in produzione nel secondo semestre dell’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime